Ucraina, al via i risarcimenti per le donne vittime di violenza sessuale da parte dei militari russi
Top

Ucraina, al via i risarcimenti per le donne vittime di violenza sessuale da parte dei militari russi

I primi risarcimenti saranno effettuati nelle prossime settimane alle donne sopravvissute agli stupri subiti dai soldati russi durante l’invasione dell’Ucraina

Ucraina, al via i risarcimenti per le donne vittime di violenza sessuale da parte dei militari russi
Proteste contro le violenze sessuali subite dalle donne ucraine
Preroll

globalist Modifica articolo

26 Aprile 2024 - 12.09


ATF

Le violenze e ora un tentativo di riparazione, anche se le violenze non saranno mai cancellate.

I primi risarcimenti saranno effettuati nelle prossime settimane alle donne sopravvissute agli stupri subiti dai soldati russi durante l’invasione dell’Ucraina, in una mossa che la first lady ucraina, Olena Zelenska, ha definito “un passo importante verso il ripristino della giustizia”.

Quest’anno fino a 500 sopravvissute ucraine alla violenza sessuale legata al conflitto sono state identificate e hanno avuto risarcimenti provvisori, compreso supporto finanziario, medico e psicologico.

Zelenska ha affermato: “I risarcimenti alle vittime di gravi violazioni dei diritti umani, comprese le vittime di violenza sessuale legata al conflitto, non riguardano solo il sostegno economico. È un passo importante verso il ripristino della giustizia. E questa giustizia è necessaria non solo in Ucraina”, ha detto. “La giustizia per le vittime ucraine della violenza è ora uno specchio del mondo stesso”.

Secondo il Global Survivors Fund, che sta amministrando il progetto con l’Ucraina utilizzando i fondi dei governi donatori, sarà la prima volta che i sopravvissuti riceveranno risarcimenti durante un conflitto attivo.

Leggi anche:  Simone Borgese è uno stupratore seriale? Gli inquirenti indagano sul modus operandi del 39enne, arrestato due volte

“La riabilitazione e il risarcimento sono elementi di riparazione, ma ciò che i sopravvissuti trovano molto importante è il riconoscimento”, ha affermato Esther Dingemans, direttrice del fondo, lanciato nel 2019 dai premi Nobel per la pace Dr Denis Mukwege e Nadia Murad per aiutare i sopravvissuti a la violenza sessuale legata al conflitto abbia accesso ai risarcimenti.

“Il piano di riparazione offre la conferma che ciò che è accaduto loro è ufficialmente riconosciuto. Ciò invia anche un messaggio alla comunità più ampia”, ha aggiunto Dingemans.

Native

Articoli correlati