La Russia vuole un 'cordone sanitario' in Ucraina per mettere fine al lancio di missili sul suo territorio
Top

La Russia vuole un 'cordone sanitario' in Ucraina per mettere fine al lancio di missili sul suo territorio

La Russia rimane convinta che sia necessario creare un «cordone sanitario», cioè una fascia di sicurezza, in territorio ucraino per mettere fine al lancio di missili e droni contro le regioni di confine

La Russia vuole un 'cordone sanitario' in Ucraina per mettere fine al lancio di missili sul suo territorio
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Aprile 2024 - 14.15


ATF

L’annessione illegale di territori ucraini e anche una fascia di sicurezza che – se proprio si volesse accettare questo piano basato sull’illegalità internazionale – dovrebbe interfacciarsi con un’altra fascia di sicurezza.

La Russia rimane convinta che sia necessario creare un «cordone sanitario», cioè una fascia di sicurezza, in territorio ucraino per mettere fine al lancio di missili e droni contro le regioni di confine, come detto alcune settimane fa dal presidente Vladimir Putin. «A questo riguardo niente è cambiato», ha sottolineato il portavoce Dmitry Peskov, rispondendo alla domanda di un giornalista.

Peskov, citato dalla Tass, non ha comunque commentato esplicitamente la possibile fornitura da parte degli Usa all’Ucraina di nuovi missili a lungo raggio che potrebbero colpire in profondità in territorio russo, e in particolare la possibilità di attaccare i luoghi da cui verrebbero lanciati. Questo tema «rientra nelle competenze delle forze armate, non siamo competenti per fare dichiarazioni su questo», ha aggiunto.

Dopo un colloquio con il presidente americano Joe Biden, lunedì sera, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva detto di avere ricevuto da lui la promessa che Washington fornirà alle forze di Kiev anche missili balistici Atacms, con una gittata fino a 300 chilometri.

Leggi anche:  Putin si dice pronto a trattare con l'Ucraina e accusa Kiev e l'Occidente di averlo ingannato
Native

Articoli correlati