La corte suprema respinge il ricordo: il candidato no-war Boris Nadezhdin non sfiderà Putin alle presidenziali
Top

La corte suprema respinge il ricordo: il candidato no-war Boris Nadezhdin non sfiderà Putin alle presidenziali

Boris Nadezhdin, candidato di opposizione a Vladimir Putin escluso dalle elezioni presidenziali in Russia, ha affermato che continuerà a presentare ricorso dopo che il suo ultimo appello è stato respinto oggi dalla corte suprema russa.

La corte suprema respinge il ricordo: il candidato no-war Boris Nadezhdin non sfiderà Putin alle presidenziali
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Marzo 2024 - 16.34


ATF

Nulla da fare: elezioni farsa devono essere. Boris Nadezhdin, candidato di opposizione a Vladimir Putin escluso dalle elezioni presidenziali in Russia, ha affermato che continuerà a presentare ricorso dopo che il suo ultimo appello per partecipare al voto è stato respinto oggi dalla corte suprema russa.

Nadezhdin ha provato a candidarsi contro Putin esprimendo una posizione pacifista, ma gli è stato impedito di correre al voto di marzo quando la Commissione elettorale centrale ha dichiarato di aver riscontrato irregolarità – compresi nomi di persone morte – nell’elenco delle firme dei sostenitori che aveva presentato a sostegno della sua candidatura.

Oggi la commissione d’appello della Corte suprema russa ha respinto come illegale il ricorso presentato dal politico, che ha risposto annunciando l’intenzione di presentare un ulteriore reclamo al presidio della Corte suprema e poi alla Corte costituzionale, riporta il Guardian. «Non mi fermerò, lotterò fino alla fine», ha affermato.

Nadezhdin ha ammesso settimane fa di avere «zero» possibilità di correre alle presidenziali del 15-17 marzo, ma ha utilizzato l’attenzione suscitata dai suoi appelli per presentarsi come un combattente intenzionato a svolgere un ruolo futuro nella politica russa.

Leggi anche:  Gli Usa denunciano il “gioco pericoloso” della Russia nella centrale nucleare di Zaporizhzhia
Native

Articoli correlati