Si chiamava Mahmoud, aveva due mesi ed è morto di fame a Gaza: cessate il fuoco
Top

Si chiamava Mahmoud, aveva due mesi ed è morto di fame a Gaza: cessate il fuoco

L'agenzia di stampa Shehab ha riferito che Mahmoud Fattouh è morto venerdì all'ospedale al-Shifa di Gaza City, con i paramedici che secondo quanto riferito è morto di malnutrizione acuta.

Si chiamava Mahmoud, aveva due mesi ed è morto di fame a Gaza: cessate il fuoco
Guerra di Gaza
Preroll

globalist Modifica articolo

25 Febbraio 2024 - 11.14


ATF

Un bambino palestinese di due mesi è morto di fame nel nord di Gaza. L’agenzia di stampa Shehab ha riferito che Mahmoud Fattouh è morto venerdì all’ospedale al-Shifa di Gaza City, con i paramedici che secondo quanto riferito è morto di malnutrizione acuta.

La guerra di Israele a Gaza ha costretto a fuggire la stragrande maggioranza della popolazione dalle proprie case e ha lasciato i civili ad affrontare una grave carenza di cibo, acqua e medicine.

I medici negli ospedali di Gaza hanno descritto bambini nati malati da madri malnutrite, bambini che perdono peso, madri incapaci di produrre latte materno e pazienti feriti troppo deboli per la fame per combattere le infezioni.

Il filmato, verificato da Al Jazeera, mostra il bambino emaciato senza fiato in un letto d’ospedale.

“Abbiamo visto una donna che trasportava il suo bambino, gridando aiuto. Il suo bambino pallido sembrava stesse esalando l’ultimo respiro”, dice il paramedico nel video.

“Lo abbiamo portato d’urgenza in ospedale e abbiamo scoperto che soffriva di malnutrizione acuta. Il personale medico lo ha portato d’urgenza in terapia intensiva. Al bambino non viene dato latte da giorni, poiché a Gaza il latte per neonati è totalmente assente”.

Leggi anche:  Gaza: Hamas disponibile solo al rilascio di 20 ostaggi in cambio di sei settimane di tregua

La morte di Mahmoud è avvenuta mentre il governo israeliano – che ha lanciato il suo assalto a Gaza in seguito agli attacchi dei combattenti di Hamas in ottobre – continua a ignorare gli appelli globali per consentire maggiori aiuti all’enclave palestinese.

Native

Articoli correlati