Israele nega di voler deportare i palestinesi dalla striscia di Gaza
Top

Israele nega di voler deportare i palestinesi dalla striscia di Gaza

L’esercito israeliano ha negato che stia tentando di allontanare permanentemente i palestinesi dalla Striscia di Gaza

Israele nega di voler deportare i palestinesi dalla striscia di Gaza
Bambini di Gaza
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Dicembre 2023 - 10.29


ATF

L’esercito israeliano ha negato che stia tentando di allontanare permanentemente i palestinesi dalla Striscia di Gaza. Nella sua ultima stima, l’Ocha delle Nazioni Unite ha affermato che circa 1,8 milioni di persone a Gaza, circa il 75% della popolazione, sono state sfollate, molte in rifugi sovraffollati e antigenici.

L’Afp riferisce che, parlando ai media lunedì, il portavoce Jonathan Conricus ha detto:

 Non stiamo cercando di spostare nessuno, non stiamo cercando di spostare nessuno da nessuna parte in modo permanente. Abbiamo chiesto ai civili di evacuare il campo di battaglia e abbiamo creato una zona umanitaria designata all'interno della Striscia di Gaza. Siamo perfettamente consapevoli che lo spazio e l’accesso sono limitati ed è per questo che è così importante avere il consenso e il sostegno delle organizzazioni umanitarie internazionali per aiutare con le infrastrutture.

Conricus ha anche affermato specificamente che Israele non stava cercando di costringere i residenti di Gaza a fuggire in Egitto, affermando: “Non abbiamo cercato di far evacuare nessuna persona da lì. L’Egitto è stato molto chiaro riguardo alla propria posizione: non lo vuole”.

Leggi anche:  Il Qatar ha accusato Israele di voler affamare intenzionalmente il popolo palestinese

Israele ha di fatto impedito alle agenzie umanitarie di portare tutti gli aiuti umanitari di cui avevano bisogno, e solo un numero limitato di camion è stato autorizzato a passare attraverso il valico di frontiera egiziano di Rafah.

L’esercito israeliano ha tentato di designare piccole “zone sicure” all’interno della Striscia di Gaza e di dare istruzioni alle persone di trasferirsi lì.

Tuttavia, alcuni membri del governo israeliano hanno suggerito pubblicamente che la popolazione di Gaza dovrebbe lasciare la regione. All’inizio di novembre il ministro delle Finanze Bezalel Smotrich aveva appoggiato l’appello di due membri del parlamento israeliano che avevano scritto in un editoriale del Wall Street Journal che i paesi occidentali avrebbero dovuto accettare le famiglie di Gaza che avevano espresso il desiderio di trasferirsi.

“Accolgo con favore l’iniziativa dell’emigrazione volontaria degli arabi di Gaza verso i paesi di tutto il mondo”, ha detto Smotrich in una nota. “Questa è la giusta soluzione umanitaria per i residenti di Gaza e dell’intera regione”.

Native

Articoli correlati