Mosca revoca i diritti genitoriali alla giornalista che criticò la guerra di Putin in diretta tv
Top

Mosca revoca i diritti genitoriali alla giornalista che criticò la guerra di Putin in diretta tv

Bavaglio e repressione: un tribunale di Mosca ha revocato i diritti genitoriali alla giornalista Marina Ovsyannikova, l'ex dipendente di Perviy Kanal che inscenò una protesta contro la guerra in Ucraina in diretta

Mosca revoca i diritti genitoriali alla giornalista che criticò la guerra di Putin in diretta tv
Preroll

globalist Modifica articolo

26 Ottobre 2023 - 16.54


ATF

Bavaglio e repressione: un tribunale di Mosca ha revocato i diritti genitoriali alla giornalista Marina Ovsyannikova, l’ex dipendente di Perviy Kanal che inscenò una protesta contro la guerra in Ucraina in diretta, ha reso noto il canale Telegram Sotavision.

La sentenza è una risposta alla richiesta presentata dall’ex marito, dipendente di un altro canale tv, Rt. Marina ha due figli, Arina, che ha 11 anni, e vive con la madre a Parigi, e Kirill, 17 anni, che vive con il padre a Mosca.

«E’ una decisione politica. I miei figli saranno orgogliosi di me un giorno. Orgogliosi del fatto che io ho sacrificato tutto per farli vivere in un Paese libero che non provoca guerre di conquista e non attacca i vicini con la copertura del buio», ha commentato la giornalista.

Leggi anche:  Scenari: Putin punta sull'aiuto di Pechino e il calo di sostegno a Kiev per vincere in Ucraina
Native

Articoli correlati