Kara-Murza, respinto l'appello: confermata la condanna a 25 anni del dissidente russo
Top

Kara-Murza, respinto l'appello: confermata la condanna a 25 anni del dissidente russo

Un tribunale russo ha respinto l'appello del dissidente Vladimir Kara-Murza contro la condanna a 25 anni di reclusione ricevuta per aver criticato l'offensiva in Ucraina

Kara-Murza, respinto l'appello: confermata la condanna a 25 anni del dissidente russo
Preroll

globalist Modifica articolo

1 Agosto 2023 - 09.16


ATF

Un tribunale russo ha respinto l’appello del dissidente Vladimir Kara-Murza contro la condanna a 25 anni di reclusione ricevuta per aver criticato l’offensiva in Ucraina. Kara-Murza ha ricevuto la condanna più lunga degli ultimi anni nei confronti di una figura dell’opposizione russa, suscitando l’immediata condanna dei paesi occidentali.

“Il verdetto del tribunale della città di Mosca del 17 aprile rimarrà invariato”, ha dichiarato lunedì il tribunale, secondo le agenzie di stampa statali russe.

Un tribunale di Mosca aveva giudicato il 41enne colpevole di tradimento, diffusione di informazioni “false” sull’esercito russo e legami con una “organizzazione indesiderabile” dopo un processo a porte chiuse.
Kara-Murza soffre di una condizione nervosa chiamata polineuropatia, che secondo i suoi avvocati è dovuta a due tentativi di avvelenamento nel 2015 e nel 2017. La condizione è peggiorata in carcere, ha detto il suo avvocato.

Kara-Murza negli anni ha perorato negli Stati Uniti e in Europa l’adozione di sanzioni individuali contro i funzionari russi. Nelle sue ultime parole in tribunale ad aprile, Kara-Murza ha sostenuto il suo lavoro politico, compresi i suoi commenti sull’offensiva in Ucraina.

Leggi anche:  Russia, condannata a 12 anni per 'terrorismo': aveva lanciato palloncini contro la guerra in Ucraina

“Non solo non mi pento per niente di tutto ciò, ma ne sono orgoglioso”, ha detto. Dopo il verdetto, gli Stati Uniti hanno criticato “l’escalation della campagna di repressione” della Russia.

La maggior parte degli oppositori è fuggita dalla Russia o è dietro le sbarre, e migliaia di russi ordinari sono stati arrestati per aver protestato contro il conflitto.

Native

Articoli correlati