Mosca si offende con Macron: "Falso che stiamo diventando uno stato vassallo della Cina"
Top

Mosca si offende con Macron: "Falso che stiamo diventando uno stato vassallo della Cina"

Mosca ha smentito categoricamente l'opinione recentemente espressa da Parigi secondo cui la Russia è sta diventando uno stato vassallo dalla Cina

Mosca si offende con Macron: "Falso che stiamo diventando uno stato vassallo della Cina"
Preroll

globalist Modifica articolo

15 Maggio 2023 - 14.57


ATF

Il Cremlino si è offeso, anche perché nessuno può mettere in dubbio i ‘fasti putiniani’ su cui si basa gran parte della retorica e della propaganda putiniana.

Mosca ha smentito categoricamente l’opinione recentemente espressa da Parigi secondo cui la Russia è sta diventando uno stato vassallo dalla Cina: per Mosca questa affermazione è frutto di un completo fraintendimento della natura delle relazioni russo-cinesi: lo ha detto il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov. Lunedi.

Commentando la recente dichiarazione del presidente francese Emmanuel Macron secondo cui la Russia avrebbe subito una sconfitta geopolitica in Ucraina e ora sta gradualmente diventando dipendente dalla Cina, Peskov ha affermato che Mosca ha categoricamente smentito tali dichiarazioni.

“Siamo categoricamente in disaccordo con tali affermazioni perché il nostro rapporto con la Repubblica popolare cinese presenta le caratteristiche di una partnership strategica speciale, che non ha nulla a che fare con alcun tipo di dipendenza da chiunque”, ha affermato Peskov.

In particolare, il portavoce di Putin ha sottolineato che le relazioni tra Russia e Cina sono costruite sulla base di “reciproco rispetto e vantaggio, nonché di una visione globale condivisa per quanto riguarda gli affari internazionali e una posizione comune di tolleranza zero per qualsiasi tentativo di imporre un diktat e l’intrusione di opinioni straniere su questioni riguardanti il futuro sviluppo delle nazioni sovrane”.

Leggi anche:  Il Cremlino dice che le capitali dell'Europa possono essere potenziali obiettivi di ritorsione

“Consideriamo la dichiarazione sulla presunta dipendenza della Russia dalla Cina totalmente inaccettabile”, ha detto Peskov. “Questa è la prova di una totale errata interpretazione di ciò che sta realmente accadendo”.

Native

Articoli correlati