Medvedev: "L'uccisione di Zelensky sarebbe un obiettivo militare legittimo"
Top

Medvedev: "L'uccisione di Zelensky sarebbe un obiettivo militare legittimo"

Lo ha scritto su Telegram il vice presidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Dmitry Medvedev: la leadership politico-militare del Paese nemico è un obiettivo legittimo

Medvedev: "L'uccisione di Zelensky sarebbe un obiettivo militare legittimo"
Medvedev
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Dicembre 2022 - 09.57


ATF

Medvedev torna a minacciare e – di fatto – sostiene che l’eventuale uccisione di Zelensky o di un esponente del governo o di un generale o di un sindaco in esilio sarebbero obiettivi legittimi di Mosca. Tanto per sottolineare la propensione criminale di un paese – la Russia a guida Putin – che ha rifiutato qualsiasi tregue per Natale o Capodanno e forse prepara una nuova offensiva.

«La leadership politico-militare del Paese nemico» è un obiettivo legittimo delle forze armate russe. Lo ha scritto su Telegram il vice presidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Dmitry Medvedev. Allo stesso modo, «in tempo di guerra» sono obiettivi legittimi anche «le forze armate di altri Paesi entrati ufficialmente in guerra, che sono alleati del Paese nemico”.

Elencando gli obiettivi, Medvedev ha indicato anche «tutte le truppe nemiche (combattenti legali e combattenti illegali)» oltre a «qualsiasi equipaggiamento militare e ausiliario del nemico», «qualsiasi oggetto relativo alle infrastrutture militari, nonché alle infrastrutture civili, che contribuisca al raggiungimento di obiettivi militari».

Leggi anche:  Medvedev, interferenze russe sulle europee: "I leader Ue sono solo tecnocrati nelle mani di Washington a parte Orban"
Native

Articoli correlati