La Russia rilancia la propaganda: "La strategia delle sanzioni è fallita"
Top

La Russia rilancia la propaganda: "La strategia delle sanzioni è fallita"

Sminuire le sanzioni alla Russia fa parte di una strategia più ampia di propaganda, tesa a "convincere" l'opinione pubblica occidentale della poca lungimiranza delle politiche dei propri governanti. Un vero e proprio tentativo di infiltrazione.

La Russia rilancia la propaganda: "La strategia delle sanzioni è fallita"
Anatoly Antonov, ambasciatore della Russia a Washington
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Agosto 2022 - 10.42


ATF

Quella di minimizzare l’effetto delle sanzioni alla Russia e di giudicarne inutili – e dannosi per chi le emette – gli effetti su Mosca, è una delle strategie comunicative della propaganda del Cremlino. Ne parla Anatoly Antonov, ambasciatore russo negli Usa.

“L’ossessione degli Stati Uniti per la politica delle sanzioni non permette a Washington di rendersi conto che la strategia scelta nei confronti della Russia è fallita e che i tentativi di strangolare l’economia russa sono falliti”.

“È ovvio che i tentativi di `ridurre a brandelli´ la nostra economia – ha aggiunto – sono falliti. Il risultato naturale che gli Stati Uniti sono riusciti a raggiungere è un’ulteriore destabilizzazione dell’economia globale, che, nel contesto delle conseguenze in corso della pandemia, sta già attraversando momenti difficili”

Leggi anche:  Ucraina, il M5s ribadisce: "Basta con l'invio di armi inutili, serve un cessate il fuoco per salvare Kiev"
Native

Articoli correlati