Top

Covid-19, Kim Jong-Un esulta: "Abbiamo sconfitto il virus". Le accuse alla Corea del Sud

La sorella minore del leader nordcoreano non ha risparmiato accuse alla Corea del Sud per la "farsa isterica" per intensificare il confronto, ribadendo la tesi secondo cui "cose aliene" hanno portato il virus al Nord dal Sud.

Covid-19, Kim Jong-Un esulta: "Abbiamo sconfitto il virus". Le accuse alla Corea del Sud
Kim Jong Un

globalist

11 Agosto 2022 - 09.47


Preroll

Kim Jong-un ha dichiarato la “vittoria” della Corea del Nord nella lotta al Covid-19, tre mesi dopo i primi casi manifestatisi a Pyongyang. E dalla sorella, Kim Yo-jong, arrivano accuse alla Corea del Sud e la rivelazione che anche il fratello ha avuto a un certo punto la “febbre alta”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Kim ha “dichiarato solennemente la vittoria nella campagna anti-epidemia di massima emergenza per sterminare il nuovo coronavirus che aveva fatto breccia nel nostro territorio e per proteggere la vita e la salute delle persone”, ha scritto l’agenzia Kcna come riportato dalla sudcoreana Yonhap. Kim ha comunque insistito sulla necessità di un’attenzione continua e di misure rigorose, sia per la diffusione nel mondo delle varianti del Covid-19 che per i casi di vaiolo delle scimmie.

Middle placement Mobile

La sorella minore del leader nordcoreano non ha risparmiato accuse alla Corea del Sud per la “farsa isterica” per intensificare il confronto, ribadendo la tesi secondo cui “cose aliene” hanno portato il virus al Nord dal Sud. Nel mirino l’invio di volantini di propaganda tramite palloncini dal Sud. Accuse infondate per Seul. 

Dynamic 1

“Abbiamo già preso in considerazione vari piani di contromisure, ma la nostra contromisura deve essere una ritorsione implacabile – ha affermato Kim Yo-jong – Se il nemico persiste in azioni pericolose come fomentare l’ingresso del virus nella nostra repubblica, risponderemo non solo sterminando il virus, ma anche spazzando via le autorità sudcoreane”. E sulla malattia del leader nordcoreano, riporta anche la Bbc, ha aggiunto: “Anche se era gravemente malato con la febbre alta, non riusciva a riposarsi un attimo pensando alle persone di cui doveva prendersi cura fino alla fine della guerra contro l’epidemia”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile