Top

Ucraina, Kissinger: "Kiev dovrebbe rinunciare a una parte del suo territorio"

L'ex segretario di Stato Usa, Henry Kissinger, si augura saggezza da parte dei paesi in causa: "Allontanare la Russia dall'Europa potrebbe portarci indietro alla situazione della Guerra Fredda"

Ucraina, Kissinger: "Kiev dovrebbe rinunciare a una parte del suo territorio"
Henry Kissinger

globalist

24 Maggio 2022 - 14.47


Preroll

A Davos ha parlato anche l’ex segretario di Stato Usa, Henry Kissinger. Diplomatico di grande esperienza, Kissinger è convinto che il governo di Kiev dovrebbe rinunciare a una parte del suo territorio per la pace; e che l’Occidente dovrebbe guardarsi dal voler infliggere una sconfitta schiacciante alla Russia perché questo avrebbe conseguenze disastrose per la stabilità a lungo termine dell’Europa.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Kissinger è stato l’artefice del riavvicinamento tra Stati Uniti e Cina durante la Guerra Fredda: “I negoziati devono iniziare nei prossimi due mesi prima che si creino sconvolgimenti e tensioni che non saranno facilmente superati”, ha osservato. “Idealmente, la linea di demarcazione dovrebbe essere un ritorno allo status quo ante. Proseguire la guerra oltre quel punto non riguarderà la libertà dell’Ucraina, ma una nuova guerra contro la stessa Russia”.

Middle placement Mobile

Kissinger ha ricordato al World Economic Forum che la Russia è stata una parte essenziale dell’Europa per 400 anni ed è stata il garante dell’equilibrio di potere in Europa nei momenti critici. I leader europei non dovrebbero perdere di vista le relazioni a lungo termine, né dovrebbero rischiare di spingere la Russia in un’alleanza permanente con la Cina. “Spero che gli ucraini sappiano abbinare la saggezza all’eroismo che hanno mostrato”, ha proseguito, aggiungendo che il ruolo del Paese è quello di essere uno Stato cuscinetto neutrale piuttosto che la frontiera dell’Europa.

Dynamic 1

“L’Ucraina avrebbe dovuto essere un ponte tra l’Europa e la Russia, ma ora, man mano che le relazioni si stanno riformulando, potremmo entrare in una situazione in cui la linea di demarcazione è ridisegnata e la Russia è completamente isolata. Siamo in una situazione in cui la Russia potrebbe allontanarsi completamente dall’Europa e cercare una alleanza permanente altrove. Ciò potrebbe portare a distanze diplomatiche come nella Guerra Fredda, riportandoci indietro di decenni”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage