Minacce al ministro della Salute olandese, la polizia rafforza la sicurezza
Top

Minacce al ministro della Salute olandese, la polizia rafforza la sicurezza

Pochi giorni prima di Natale, nei Paesi Bassi è tornato in vigore il lockdown con la chiusura di tutti i negozi e dei servizi tranne quelli essenziali.

Minacce al ministro della Salute olandese, la polizia rafforza la sicurezza
Hugo De Jonge
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Dicembre 2021 - 18.37


ATF

A seguito di diversi episodi intimidatori, la polizia olandese si è vista costretta a rafforzare le misure di sicurezza per il ministro della Salute, Hugo De Jonge. Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Anp, da oggi davanti alla casa del 54enne esponente del centrodestra olandese, che ricopre anche l’incarico di vice premier, è presente un presidio della polizia e inoltre sono state installate diverse telecamere di sorveglianza.

L’indirizzo privato di De Jonge circola da tempo sui social. Di recente è stato trovato un pacco sospetto davanti alla sua casa, poi rivelatosi innocuo. Inoltre un uomo a volto coperto ha pubblicato sul web un video che lo ritraeva davanti all’abitazione, secondo il quotidiano Algemeen Dagblad. Nel video l’uomo, poi fermato dalla polizia, citofona e chiede di parlare con il ministro delle misure adottate dal governo contro il coronavirus.

Pochi giorni prima di Natale, nei Paesi Bassi è tornato in vigore il lockdown con la chiusura di tutti i negozi e dei servizi tranne quelli essenziali. Il governo ha affermato che la mossa è necessaria per evitare che gli ospedali vengano sommersi dai casi di omicron

Leggi anche:  Verdi e socialdemocratici fermano l'estrema destra: dall'Olanda un segnale per l'Europa
Native

Articoli correlati