Vettel sfida l'omofobia di Orban: in pista in Ungheria con la maglia arcobaleno

La federazione ha aperto un'investigazione per non aver rispettato le procedure pre-gara . Lui replica: "Possono farmi quello che vogliono, lo rifarò e non mi interessa"

Vettel con la maglia arcobaleno

Vettel con la maglia arcobaleno

globalist 1 agosto 2021

Nel'Ungheria omofoba di Orban ha deciso di lanciare un segnale contro ogni forma di discriminazione e di oscurantismo.

Ma potrebbe avere un prezzo.

"Allora squalificatemi, ne sono ben felice".

Sebastian Vettel reagisce così alla notizia di essere sotto investigazione per non aver rispettato le procedure pre-gara al Gp di Ungheria. "Durante l'inno nazionale - ha spiegato a Sky Sport - ho tenuto la maglietta" di colore arcobaleno (con la scritta 'Same Love'), come la sua mascherina.

"L'ho fatto in sostegno di quelle persone che soffrono in questa nazione perché alcuni fanno legge che anziché proteggere i bambini probabilmente li minacciano e ne compromettono la crescita - ha aggiunto il pilota tedesco -. Sono ben felice di incassare qualunque penalità mi vogliano comminare".