L'accusa: "Il perdono presidenziale di Trump in cambio di 2 milioni di dollari"
Top

L'accusa: "Il perdono presidenziale di Trump in cambio di 2 milioni di dollari"

Una storia raccontata dal New York Times: un ex agente della Cia che ha scontato 30 mesi per aver rivelato il nome di un collega voleva la riabilitazione ma...

John Kiriakou
John Kiriakou
Preroll

globalist Modifica articolo

17 Gennaio 2021 - 17.38


ATF

Due milioni di dollari è la somma di denaro che servirebbe per avere il perdono presidenziale di Donald Trump.

Questa è stata la richiesta fatta da un collaboratore di Rudi Giuliani ad un ex agente della Cia, che ha scontato 30 mesi di carcere per aver rivelato il nome di un collega.

John Kiriakou, questo il nome dell’ex agente della Cia, avrebbe risposto con una risata, sottolineando che, anche se avesse avuto tanto denaro, non avrebbe avuto senso spenderlo per una riabilitazione che gli avrebbe fruttato solo il diritto alla pensione.

L’offerta sarebbe stata fatta durante un incontro l’anno scorso al Trump International Hotel di Washington fra Kiriakou, Giuliani e un collaboratore di quest’ultimo.

E’ stato il collaboratore a parlare dei due milioni di dollari quando l’avvocato personale di Donald Trump è andato in bagno, secondo quanto ha raccontato all’Fbi una persona vicina a Kiriakou.

Leggi anche:  Trump si definisce un perseguitato politico e si paragona a Navalny
Native

Articoli correlati