Trump contro Michelle Obama: "L'amministrazione di tuo marito la più corrotta della storia"
Top

Trump contro Michelle Obama: "L'amministrazione di tuo marito la più corrotta della storia"

Donald Trump replica così, parlando in terza persona, al duro attacco sferrato dalla ex first lady nei suoi confronti nel corso del suo intervento all'apertura della convention dei democratici.

Trump e Michelle Obama
Trump e Michelle Obama
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Agosto 2020 - 14.27


ATF

“Qualcuno, per favore, spieghi a Michelle Obama che Donald J. Trump non sarebbe qui, nella bellissima Casa Bianca, se non fosse per il lavoro svolto da suo marito Barack Obama”. Donald Trump replica così, parlando in terza persona, al duro attacco sferrato dalla ex first lady nei suoi confronti nel corso del suo intervento all’apertura della convention dei democratici.

“Io e la mia amministrazione abbiamo costruito la più grande economia della storia, di qualsiasi paese, abbiamo salvato milioni di vite e ora stiamo costruendo un’economia ancora più grande di prima. Il lavoro procede, Nasdaq è già ai massimi storici, il resto seguirà. Siediti e guarda!”, dice Trump su twitter rivolgendosi idealmente a Michelle Obama e prima di tornare a focalizzarsi sull’amministrazione precedente. “Guardando indietro nella storia, la risposta del team Obama-Biden all’influenza suina è stata considerata debole e patetica. Dai un’occhiata al sondaggio, è pessimo. La grande differenza è che loro avevano ottenuto un pass gratuito dalla stampa corrotta e creatrice di fake news”.
Poi, rincara la dose: “L’amministrazione Obama-Biden è stata la più corrotta della storia, compreso il fatto di essere stata beccata a spiare la mia campagna, il più grande scandalo politico della storia del nostro Paese. Si chiama tradimento e altro ancora”. E conclude: “Grazie per le tue gentilissime parole Michelle”.

Leggi anche:  Un giudice dell'Illinois esclude Trump dalle primarie repubblicane per il suo ruolo nell'assalto a Capitol Hill
Native

Articoli correlati