Le danno pochi mesi di vita. Milli, 12 anni ha un tumore: guarisce e torna a scuola

La piccola, australiana, è andata in Germania per curarsi dopo che i medici le avevano diagnosticato pochi mesi di vita. E ce lʼha fatta

Milli con i genitori

Milli con i genitori

globalist 2 settembre 2019
Le avevano dato pochi mesi di vita dopo averle diagnosticato un tumore al cervello devastate. E invece Milli Lucas, 12 anni, di Perth, Australia, è stata letteralmente miracolata. La piccola è quasi completamente guarita dopo essere stata operata, e sottoposta a successive terapie, ed è ritornata a scuola.
A salvarla, come racconta il DailyMail, è stato il dottor Charlie Teo, che ha eliminato il 98% della massa tumorale permettendo alla ragazzina di tornare in classe. Milli è stata operata in giugno e si è sottoposta alle successive terapie in Germania, assistita da specialisti indicati dallo stesso Teo. La 12enne soffre di una rara sindrome, quella di Li-Fraumeni. Si tratta di una malattia genetica che predispone al rischio di contrarre diversi tipi di tumori. 
Quando Milli si è ammalata di cancro al cervello, sembrava che per lei non ci fossero più speranze. In Australia i medici avevano detto che le restavano pochi mesi di vita e che l'operazione rischiava di lasciarla paralizzata. E invece l'equipe del dottor Teo, che ha lottato in tutti i modi nonostante le previsioni poco incoraggianti, è riuscita a sconfiggere la malattia di Milli e a restituire la speranza a lei e alla sua famiglia. Come anche a tanti malati nelle stesse condizioni di Milli. 
Commoventi le parole e i messaggi dei genitori, Grant Lucas e Monica Smirk, sulla pagina Facebook creata dalla stessa famiglia "Team MillStar" per ricordare un evento che ha cambiato la loro vita. "Siamo in estasi perché la nostra Milli è tornata a scuola con sua sorella", scrive la mamma. "E' tanto felice. Grazie alle terapie ha recuperato l'uso delle gambe e presto riavrà anche lil suo braccio destro". Per Milli sono riprese anche le lezioni di musica: è tornata a cantare esattamente come faceva prima che le diagnosticassero il tumore. Per la piccola, la vita riprende davvero.