Top

Gabriele Micalizzi è fuori pericolo: la vista è salva

Scongiurato il pericolo della perdita della vista per il fotoreporter italiano ferito in Siria. "Ci vedo" le prime parole di Micalizzi dopo essere stato sbendato.

Gabriele Micalizzi
Gabriele Micalizzi

globalist

15 Febbraio 2019 - 10.17


Preroll

La vista di Gabriele Micalizzi, il fotoreporter italiano coinvolto in un attentato dell’isis, è salva.
Micalizzi era stato colpito dalle schegge di un razzo Rpg lanciato da miliziani dello Stato Islamico in Siria dove stava svolgendo il suo lavoro per raccontare i combattimenti in prima linea tra Isis e forze curde nella parte orientale del Paese.
Dall’ospedale americano di Baghdad, dove il reporter è stato trasferito e curato in questi giorni, i medici che temevano potesse aver perso l’uso dell’occhio sinistro, hanno dato la buona notizia. Dopo averlo sbendato e testato con fonti di luce, è arrivato il lieto rispondo dello stesso fotoreporter: “Ci vedo”.
Un recupero incredibile che ha meravigliato la stessa equipe medica statunitense che lo sta seguendo. “Ha già fatto un recupero pazzesco e sicuramente in ospedale lo stanno seguendo in modo mirabile. L’ha confermato anche lui” hanno spiegato amici e familiari. Micalizzi infatti dovrà subire altri interventi chirurgici allo stesso occhio ma anche agli arti colpiti dal schegge di granata ma è stato scongiurato il pericolo del non riuscire più a vedere.
Interventi chirurgici che però, passata l’emergenza, non avverranno nell’ospedale americano ma in Italia. Secondo indiscrezioni, infatti, nei prossimi giorni il giornalista potrebbe già tornare in Italia dove sarà ricoverato per le ulteriori terapie previste. Il governo italiano ha già messo a disposizione un Falcon dell’Aeronautica militare italiana per riportarlo sulla Penisola. In Italia potrebbe essere ricoverato all’ospedale del Celio, a Roma, oppure al San Raffaele di Milano.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile