Ivanka Trump: "Non sono affatto preoccupata per il Russiagate"

La figlia e consigliera del presidente parla dell'inchiesta di Muller: "Non c'è nulla, solo titoli di giornali"

Ivanka e Donald Trump

Ivanka e Donald Trump

globalist 8 febbraio 2019

Lei si dice tranquilla. Il padre molto di meno visto che tuona contro tutto e tutti: Ivanka Trump non è per niente preoccupata per l'inchiesta del procuratore speciale Robert Mueller.


Intervistata dall'Abcnews, la figlia e consigliere del presidente Trump si è mostrata molto tranquilla rispetto alla possibilità che qualcuno della sua famiglia possa rimanere coinvolto in uno dei filoni dell'inchiesta del Russiagate, in particolare quello sul progetto per costruire una Trump Tower a Mosca, portato avanti durante la campagna elettorale del padre nel 2016.
"Non c'è niente, solo settimane e mesi di titoli di giornali", ha detto la figlia di Trump. "Ho zero preoccupazioni", ha aggiunto. "Non c'è mai stato un vero contratto io non ho parlato con una terza parte fuori dalla nostra organizzazione" ha continuato, affermando che quella era una delle "40 o 50 proposte di affari che circolavano in quel periodo, che qualcuno valutava".
"Non era certo ad uno stadio avanzato", ha concluso sottolineando poi che, del resto, non sarebbe stata una cosa "strana" per una società come quella di Trump "avere un albergo o una proprietà in Russia. Non stiamo parlando di Iran, ma di Russia"