Pedofilia della chiesa cilena: 158 indagati tra vescovi, preti e laici

Si tratta di 144 indagini su fatti accaduti tra 1960 e oggi e coinvolgono 266 vittime, di cui 178 bambini e adolescenti, secondo i dati forniti dal procuratore Luis Torres

Manifestazione in Cile contro la pedofilia nella chiesa

Manifestazione in Cile contro la pedofilia nella chiesa

globalist 23 luglio 2018

Uno scandalo dalle enormi proporzioni: la procura nazionale cilena ha indagato 158 membri della Chiesa cattolica - tra vescovi, sacerdoti e laici - accusati di essere autori o complici di abusi sessuali su minori in casi che si estendono per quasi 60 anni.
Si tratta di 144 indagini su fatti accaduti tra 1960 e oggi e coinvolgono 266 vittime, di cui 178 bambini e adolescenti, secondo i dati forniti dal procuratore Luis Torres.
"La stragrande maggioranza dei fatti riportati corrisponde a crimini sessuali commessi da sacerdoti, parroci o persone associate a istituti scolastici", si legge nei testi della procura.