La distribuzione dei premi nel SuperEnalotto: ecco come capire quando si vince
Top

La distribuzione dei premi nel SuperEnalotto: ecco come capire quando si vince

Il SuperEnalotto, sappiamo, ormai da decida risulta essere una delle lotterie più popolari in Italia, conosciuta per i suoi jackpot straordinariamente alti e per le vincite da record che sono state registrate in tutta Italia.

La distribuzione dei premi nel SuperEnalotto: ecco come capire quando si vince
Preroll

globalist Modifica articolo

3 Aprile 2024 - 16.22


ATF

Il SuperEnalotto, sappiamo, ormai da decida risulta essere una delle lotterie più popolari in Italia, conosciuta per i suoi jackpot straordinariamente alti e per le vincite da record che sono state registrate in tutta Italia. Molta curiosità, però, emerge anche per la maniera in cui si può vincere e la struttura di distribuzione tramite cui è poi possibile arrivare a una posizione di vertice all’interno della lotteria.

La domanda, quindi, è lecita: come vengono distribuiti i premi tra i giocatori fortunati? E come si possono comprendere, in generale, montepremi e distribuzione premi (in percentuale)? In questo articolo esploreremo il sistema di distribuzione dei premi del SuperEnalotto, dettagliando ogni aspetto di questo processo affascinante.

Comprendere il SuperEnalotto

Prima di addentrarci nella distribuzione dei premi è importante comprendere come funziona il gioco. Nel SuperEnalotto, i giocatori scelgono sei numeri tra 1 e 90. Durante l’estrazione, vengono sorteggiati sei numeri principali più un “numero Jolly” aggiuntivo. Vincere il jackpot richiede la corrispondenza di tutti e sei i numeri principali.

La ripartizione dei premi

Il montepremi del SuperEnalotto è ripartito in diverse categorie di premi, ciascuna delle quali riceve una percentuale specifica del montepremi totale. Ecco una ripartizione dettagliata:

Prima categoria: per vincere il jackpot, i giocatori devono indovinare tutti e sei i numeri principali. Questa categoria riceve il 17,4% del montepremi.

Seconda categoria: coloro che indovinano cinque numeri principali più il numero Jolly vincono un premio di seconda categoria. Questa categoria è assegnata il 13% del montepremi.

Terza categoria: indovinando cinque numeri, i giocatori vincono un premio di terza categoria, che riceve il 4,2% del montepremi.

Quarta categoria: con quattro numeri indovinati, i giocatori entrano nella quarta categoria, che riceve anche essa il 4,2% del montepremi.

Quinta categoria: indovinare tre numeri fa vincere un premio della quinta categoria, che si aggiudica il 12,8% del montepremi.

Sesta categoria: indovinando solo due dei numeri principali, i giocatori si qualificano per la sesta categoria, che riceve la più grande percentuale del montepremi, ovvero il 40%

Il fondo jackpot e il suo accumulo

Una caratteristica unica che contribuisce a distinguere il SuperEnalotto da altre lotterie legali a premi è l’accumulo del jackpot. Se nessun giocatore vince il jackpot in un’estrazione, il premio non viene diviso tra le altre categorie ma viene trasferito all’estrazione successiva. Questo processo può continuare per settimane o mesi, portando a jackpot molto elevati.

I payout e le probabilità di vincita

Anche se magari può essere facile pensare il contrario, le probabilità di vincere il jackpot del SuperEnalotto sono relativamente basse rispetto ad altre lotterie. Proprio questo, però, contribuisce alle dimensioni spesso enormi dei jackpot che vengono poi successivamente vinti. Tuttavia, questo significa anche che le categorie inferiori possono vedere un numero maggiore di vincitori, che si dividono una porzione più piccola del montepremi.

Tassazione e distribuzione dei premi

Ovviamente, tutti i vincitori del SuperEnalotto devono tenere presente che le vincite sono soggette a tassazione, secondo le regole della legislazione italiana. Questo implica che il premio effettivamente ricevuto potrebbe essere inferiore all’importo originariamente annunciato, proprio perché tassato.

Native

Articoli correlati