Dall'arcade ai videogiochi online: la storia del gaming in pillole
Top

Dall'arcade ai videogiochi online: la storia del gaming in pillole

Il settore dei videogiochi ha subito una profonda trasformazione nel corso degli anni. Dai semplici giochi arcade che dominavano le sale giochi degli anni '70 e '80, si è arrivati ai giochi online

Dall'arcade ai videogiochi online: la storia del gaming in pillole
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Novembre 2023 - 19.30


ATF

Il settore dei videogiochi ha subito una profonda trasformazione nel corso degli anni. Dai semplici giochi arcade che dominavano le sale giochi degli anni ’70 e ’80, si è arrivati ai giochi online, che ora rappresentano una consuetudine per ogni player che si rispetti. Si parla di un percorso che ha sempre vissuto all’insegna dell’innovazione, e che ha cambiato in modo netto le abitudini degli appassionati, influenzando anche le politiche e le strategie delle software house. Vediamo dunque di scoprire questa storia in pillole.

Da Pacman a Internet

Nei primi anni ’70, il gaming era un’esperienza vissuta in prevalenza con l’arcade. Le sale giochi, con i loro flipper e i cabinet, erano veri e propri luoghi di ritrovo per milioni di giovani. Uno dei giochi più iconici di quell’epoca era proprio Pacman, semplicissimo ma al tempo stesso irresistibile, con una meccanica di gioco votata alla strategia, con un pizzico di action. Ancora oggi Pacman fa parte dell’immaginario collettivo, ed è il primo gioco che viene in mente, quando si parla di gaming con cabinet arcade.

Leggi anche:  Insegne pubblicitarie per un negozio: quali scegliere?

Ovviamente, con l’avanzare della tecnologia, anche il gaming si è evoluto. Con l’avvento di Internet negli anni ’90, la connettività globale ha creato tante nuove opportunità per i giocatori. I primi giochi multiplayer online, come Quake, hanno aperto la strada ad un’infinita industria di titoli online, da World of Warcraft fino ad arrivare al recente Fortnite. Questi giochi non solo hanno ampliato le opportunità in termini di gameplay, ma hanno anche creato nuove forme di interazione sociale, stimolando la nascita di community con migliaia (se non addirittura milioni) di utenti.

L’epopea dei giochi online da browser

Se l’innovazione tecnologica ha spinto il gaming oltre i suoi limiti, il gioco online da browser lo ha di fatto “normalizzato”, semplificandolo e rendendolo ancor più accessibile. Stiamo parlando di titoli che non richiedono il download e l’installazione di software o client, e che possono essere giocati semplicemente dal browser del computer o dello smartphone.

In questa categoria rientrano anche i casinò online, alcuni dei quali accettano anche le criptomonete per i prelievi e i depositi. Si parla del fenomeno dei casinò crypto, che possono essere approfonditi su blog come CryptoGamble, ad esempio. Naturalmente i browser game coprono tutte le nicchie possibili, dai GDR fino ad arrivare ai giochi di strategia.

Leggi anche:  I migliori giochi per cellulari per iOS e Android

La rivoluzione mobile e le app gaming

L’innovazione non si è certamente fermata qui. Il boom degli smartphone ha infatti portato i giochi ad un livello di accessibilità mai visto prima. La possibilità di giocare in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo ha reso il gaming un passatempo di fatto onnipresente. Giochi come Angry Birds e Candy Crush Saga sono diventati autentici fenomeni culturali, spesso sorpassando addirittura i titoli per PC e console.

Ancora oggi, il mobile gaming rappresenta una sorta di pepita d’oro, non solo per gli utenti ma anche per le software house. Si parla infatti di un mercato che produce un giro d’affari di milioni di euro, e che ha recentemente sorpassato i guadagni provenienti dal mercato delle console.

Native

Articoli correlati