Top

Il paese con il tasso di mortalità Covid più alto al mondo è il Perù

Il tasso di mortalità nel Paese sudamericano si è attestato a 551 decessi ogni 100 mila abitanti, superando così quello di Paesi come Ungheria e Repubblica Ceca

Terapie intensive in Svizzera
Terapie intensive in Svizzera

globalist Modifica articolo

1 Giugno 2021 - 09.13


Preroll

Il Perù, dopo aver rivisto il bilancio dei morti per Covid, raddoppiando il numero dei decessi, e quindi passando da 69.342 decessi a 180.764 è tornato ad essere il Paese con il più alto tasso di mortalità al mondo.
Come scrive Gianluca Zeccardo, un triste record che aveva già registrato nell’agosto dello scorso anno, durante la prima ondata di contagi.
Nello specifico, il tasso di mortalità nel Paese sudamericano si è attestato a 551 decessi ogni 100 mila abitanti, superando così quello di Paesi come Ungheria e Repubblica Ceca, che a inizio maggio guidavano la classifica mondiale, con tassi di 304 e 283 morti ogni 100 mila abitanti, rispettivamente.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Un gruppo di lavoro per i veri dati
Per chiarire il reale impatto della pandemia, l’esecutivo peruviano aveva creato ad aprile un gruppo di lavoro tecnico composto da esponenti della società civile e funzionari del settore sanitario, che ha utilizzato nuovi criteri per l’identificazione dei casi e creato un nuovo strumento per il conteggio.
Il ministro della Salute, Oscar Ugarte, ha tuttavia insistito sul fatto che il rapporto finale “non sta dicendo che ci sono più morti di quanti ce ne fossero” ma che “un numero significativo di morti non era stato identificato finora come causato dal Covid-19”.
In settimana la campagna vaccinale potrà avere una accelerazione grazie all’arrivo di più di 2,7 milioni di vaccini, ha annunciato il ministro della Sanità, Oscar Ugarte. Il governo ha stretto accordi con Pfizer, AstraZeneca e Sinopharm.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile