Asportato un tumore e salvato il rene di una bambina di 4 anni grazie alla tecnologia 3D

L'operazione è riuscita perfettamente in tre ore ed è la prima in Italia e una delle poche al mondo

Operazione con robot 3D

Operazione con robot 3D

globalist 12 maggio 2021

Grandi progressi nel settore ospedaliero che si sta sempre più specializzando nell’utilizzo di strumenti in 3D.

Alla Città della Salute di Torino, un robot ha asportato un tumore maligno renale ad una bambina di quattro anni, senza rimuovere l'intero organo, dopo la ricostruzione in 3D.

L'operazione, la prima in Italia e una delle poche al mondo secondo i sanitari che l'hanno effettuata, è durata tre ore ed è perfettamente riuscita. Dopo pochi giorni la piccola è stata dimessa.

Della brutta avventura restano solo quattro piccole cicatrici sull'addome, quasi invisibili. La piccola paziente, di appena 14 chili, era arrivata al pronto soccorso dell'ospedale Infantile Regina Margherita prima di Pasqua con febbre alta e dolori addominali.

Gli esami hanno rivelato una massa di circa 4 centimetri al polo superiore del rene destro.

Ricoverata nel reparto di Oncoematologia diretto dalla professoressa Franca Fagioli, l'intervento è stato effettuato dal professor Gontero e dalla sua equipe nelle sale robotiche dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, in collaborazione con anestesisti e rianimatori dell'ospedale Infantile Regina Margherita (direttore Giorgio Ivani) e con il personale infermieristico delle sale operatorie sia delle Molinette che dell'ospedale pediatrico.

Il tumore è stato asportato e il rene preservato.