Attacco a Rafah, Fratoianni: "Una carneficina non può essere considerata un bisogno di giustizia"
Top

Attacco a Rafah, Fratoianni: "Una carneficina non può essere considerata un bisogno di giustizia"

Fratoianni contro Netanyahu: "Una carneficina non può essere considerata `bisogno di giustizia´. A differenza di molti politici, trasformatisi in tifosi, io sono stato al valico di Rafah, alla porta dell'inferno".

Attacco a Rafah, Fratoianni: "Una carneficina non può essere considerata un bisogno di giustizia"
Preroll

globalist Modifica articolo

28 Maggio 2024 - 10.12


ATF

Nicola Fratoianni dell’Alleanza Verdi Sinistra in un’intervista a La Notizia è tornato ad attaccare duramente il governo Netanyahu, dopo il criminale assalto lanciato a Rafah, nel quale hanno perso la vita 45 civili.

«Una carneficina non può essere considerata `bisogno di giustizia´. A differenza di molti politici, trasformatisi in tifosi, io sono stato al valico di Rafah, alla porta dell’inferno. Ho visto con i miei occhi i beni che il governo israeliano blocca al confine e non consente di far entrare. Una incubatrice è un pericolo? Vietare l’ingresso di stampelle, incubatrici, presidi medici e persino delle merendine risponde al bisogno di giustizia per quanto compiuto da Hamas il 7 ottobre scorso? Direi di no».

«E a quanti continuano a dire fesserie su Gaza, dico di ascoltare le parole del Procuratore della Corte Penale Internazionale che chiede l’arresto di Netanyahu, del suo ministro alla difesa e dei vertici di Hamas. Siamo di fronte a crimini contro l’umanità – conclude il leader di SI – e la Storia chiederà il conto a tutti coloro che stanno giustificando o voltando la testa dall’altra parte».

Leggi anche:  Il senatore democratico Schatz diserterà il discorso di Netanyahu al Congresso
Native

Articoli correlati