Ponte sullo Stretto, Salvini ribalta la realtà: "Non costruirlo sarebbe un danno economico e ambientale"
Top

Ponte sullo Stretto, Salvini ribalta la realtà: "Non costruirlo sarebbe un danno economico e ambientale"

Salvini: “Oggi non fare il Ponte sullo Stretto sarebbe un danno economico, sociale e ambientale senza senso. Penso che andare avanti sia un dovere”.

Ponte sullo Stretto, Salvini ribalta la realtà: "Non costruirlo sarebbe un danno economico e ambientale"
Matteo Salvini e il Ponte sullo Stretto
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Aprile 2024 - 11.00


ATF

Matteo Salvini prosegue lancia in resta verso l’inutile e dannoso progetto del Ponte sullo Stretto di Messina. Presente al convegno organizzato dall’Ordine dei geologi sulla prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico, il leghista ha sostenuto l’assurdo: “Oggi non fare il Ponte sullo Stretto sarebbe un danno economico, sociale e ambientale senza senso. Penso che andare avanti sia un dovere”.

“L’ossessione dei giornalisti è quando parte il Ponte sullo Stretto, a me basta che parta – aggiunge -. Entro quest’anno il consorzio darà il via ai lavori di un’opera di cui si parla da anni”. 

“Il Ponte non risolve i problemi del mondo, ma secondo gli studi può produrre circa 22 miliardi di valore aggiunto di Pil e 120 mila posti di lavoro tra diretti e indiretti. Il governo sta costruendo un Piano Acqua costruito non a livello centrale, dall’alto verso il basso, ma dopo aver chiesto agli enti territoriali quali sono le priorità: sono arrivate 562 domande per un importo di oltre 13 miliardi di investimenti, molte anche dal Nord. Se dai 22 miliardi di valore aggiunto prodotto dal Ponte me ne danno 13, poi, io finanzio tutti i progetti sul dissesto idrogeologico”.

Leggi anche:  Chico Forti, De Raho (M5s): "Giorgia Meloni è venuta meno all'immagine istituzionale, è una cosa mai vista"
Native

Articoli correlati