Inchiesta in Puglia, Elly Schlein esprime 'forte irritazione" e chiede a Emiliano un netto cambio di fase
Top

Inchiesta in Puglia, Elly Schlein esprime 'forte irritazione" e chiede a Emiliano un netto cambio di fase

Elly Schlein questa volta è infuriata e non vuole che si ripetano vicende che possano gettare un'ombra sull'opera del Pd, alla luce di quanto sta emergendo in Puglia.

Inchiesta in Puglia, Elly Schlein esprime 'forte irritazione" e chiede a Emiliano un netto cambio di fase
Preroll

globalist Modifica articolo

12 Aprile 2024 - 00.43


ATF

Elly Schlein questa volta è infuriata e non vuole che si ripetano vicende che possano gettare un’ombra sull’opera del Pd, alla luce di quanto sta emergendo in Puglia.

“Forte irritazione della segretaria dem per le vicende giudiziarie emerse in questi giorni”. Lo scrive in una nota il Partito democratico, dopo la bufera giudiziaria che ha colpito Bari. “Schlein – si legge – ha chiesto massimo rigore e atti concreti al Pd pugliese che ci sta già lavorando e al presidente Emiliano di aprire un netto cambio di fase in Puglia. Già nei giorni scorsi a Bari aveva detto che bisogna tenere lontani trasformisti e interessi sbagliati e che serve rispetto per la comunità democratica fatta da tanti amministratori e militanti che hanno gli anticorpi per scardinare la cattiva politica”.

Emiliano: “Regione da sempre contro malaffare”

 “Il rispetto della legalità e delle regole è un principio che è da sempre alla base della nostra attività istituzionale, politica e amministrativa. L’amministrazione regionale è schierata sin dal primo giorno contro ogni forma di malaffare, contro le mafie, sempre pronta a denunciare irregolarità, a trasmettere in procura notizia di ogni situazione opaca, è costante nel costituirsi parte civile nei processi”. Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Leggi anche:  Elly Schlein: "Anche noi chiediamo il riconoscimento dello Stato della Palestina". Poi l'attacco al governo Meloni

“La nostra attività di vigilanza ha stanato in questi anni gravi reati in danno della Regione, cito su tutte la truffa nel settore agricoltura che aveva sottratto alle casse regionali 20 milioni di euro, e la corposa attività del Nirs, il Nucleo ispettivo regionale sanitario, organismo da me potenziato per accogliere, istruire e trasmettere all’autorità giudiziaria ogni segnalazione in ambito sanitario, organismo guidato attualmente da un ex prefetto antimafia. Un lavoro enorme di controllo di cui la Regione Puglia è stata parte attenta e attiva e non è un caso che spesso le inchieste partano proprio dalle nostre segnalazioni”, sottolinea Emiliano.

Native

Articoli correlati