Esplode la fronda contro Salvini, sul muro di Pontida spunta una scritta: "I militanti ne hanno abbastanza"
Top

Esplode la fronda contro Salvini, sul muro di Pontida spunta una scritta: "I militanti ne hanno abbastanza"

Militanti della Lega contro Salvini: «Da indipendenza a sudditanza i militanti ne hanno abbastanza - Congresso subito». La scritta è stata rivendicata con un comunicato, che Paolo Grimoldi, ex segretario lombardo della Lega, ha postato su Facebook. 

Esplode la fronda contro Salvini, sul muro di Pontida spunta una scritta: "I militanti ne hanno abbastanza"
LA protesta dei militanti contro Salvini
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Marzo 2024 - 09.49


ATF

La fronda interna nella Lega contro Matteo Salvini esce allo scoperto e, con una scritta su un muro di Pontida, mostra tutto il malessere del Carroccio verso il ministro dei Trasporti. 

«Da indipendenza a sudditanza i militanti ne hanno abbastanza – Congresso subito». La scritta è stata rivendicata con un comunicato, che Paolo Grimoldi, ex segretario lombardo della Lega, ha postato su Facebook. 

«Siamo un gruppo numeroso di persone iscritte alla Lega, militanti stanchi di essere vessati. L’azione che abbiamo portato avanti a Pontida vuole risvegliare le coscienze dei militanti leghisti, andremo avanti con molte altre azioni analoghe e sappiamo che ormai siamo la maggioranza a urlare che così questa Lega non va bene! Il nostro partito non può più andare avanti così: manca una strategia e mancano delle proposte vere ma soprattutto un ideale. Questo succede quando si vuole annullare ogni forma di dibattito interno mandando avanti solo chi dice sempre sì padrone. Nella Lega si è creato un nuovo cerchio magico che fa solo gli interessi di pochi e non quelli del territorio e dei militanti, vera base popolare su cui la Lega si è sempre fondata».

Leggi anche:  Europee, Boccia (Pd): "Salvini e Vannacci imbarazzanti, il generale è l'espressione dell'odierno fascismo strisciante"

«Nel nostro partito il dissenso interno viene messo ai margini, soffocato ed escluso ma la maggioranza siamo noi e il tempo per gli yes-man sarà presto finito. Ora basta: Vogliamo tornare a essere un partito che ha veramente a cuore il territorio che in questi anni è stato maltrattato dalla classe dirigente. Congresso della Lega subito. Lanciamo un appello ai militanti veri che credono ancora nella vera Lega: quando ci sarà il congresso portate una scopa, sarà un nuovo inizio per il nostro partito. Libertà!».

Native

Articoli correlati