Elly Schlein: "Siamo tornati a vincere ma dobbiamo parlare con il 47% di cittadini che non sono andati a votare"
Top

Elly Schlein: "Siamo tornati a vincere ma dobbiamo parlare con il 47% di cittadini che non sono andati a votare"

Elly Schlein: "Era dal 2015 che non riuscivamo a vincere in una regione dove governavano i nostri avversari. Ma c'è ancora il 47% delle persone che non è andato a votare".

Elly Schlein: "Siamo tornati a vincere ma dobbiamo parlare con il 47% di cittadini che non sono andati a votare"
Elly Schlein
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Marzo 2024 - 14.49


ATF

Elly Schlein ha partecipato a una cerimonia in memoria di Bruno Astorre, l’occasione per parlare dei recenti risultati elettorali e dei prossimi appuntamenti.

“Stiamo provando a mettere al centro del nostro sforzo la dignitá del lavoro, l’avere accesso alle cure adeguate per tutti, la casa che è ora un’ emergenza vera. Ci stiamo provando ma credo che c’è ancora una grande questione da affrontare. L’altro giorno abbiamo vinto le elezioni. Era dal 2015 che non riuscivamo a vincere in una regione dove governavano i nostri avversari. Ma c’è ancora il 47% delle persone che non è andato a votare”.

“Essere qui ci insegna a non giovarci di una vittoria se non capiamo che cosa non facciamo ancora. Occorre lavorare per comunità inclusive che non marginalizzano, che non espongono le persone al ricatto della criminalità e della violenza perché prima c’è una risposta pubblica”.

“Se hai consapevolezza che essendo il nostro un paese rugoso – ha affermato riportando una definizione Fabrizio Barca – devi ascoltare la voce delle aree interne, delle sue persone, dei suoi corpi intermedi, del sui associazionismo, del terzo settore e dei suoi amministratori perché servono risposte su misura, diverse da quelle che servono a un grande centro urbano”.

Leggi anche:  Giorgia Meloni: "L'utero in affitto è disumano, spero sia ritenuto presto un reato universale"

“Per Bruno le persone e il politico sono la stessa cosa” e “ci insegna a non perdere traccia dell’umanità Unica cosa che ci rende credibili con le persone che incontriamo.

Se riusciremo a fare questo daremo anche qualcosa alla democrazia di questo pese che ha bisogno si riscoprire quella capacitá di tradurre qui i bisogni della politica concreta per quelle persone che non ci credono piú Perché la politica è l’unico strumento per farlo insostituibile”.

Native

Articoli correlati