Conte (M5s): "Meloni ipocrita, il governo crea complotti immaginari per spostare l'attenzione"
Top

Conte (M5s): "Meloni ipocrita, il governo crea complotti immaginari per spostare l'attenzione"

Conte sulla mobilitazione di sabato contro la violenza di genere: «C'è stata una mobilitazione in tutta Italia, e in particolare a Roma, con una partecipazione affollatissima come non vedevamo da anni. E Meloni tace». 

Conte (M5s): "Meloni ipocrita, il governo crea complotti immaginari per spostare l'attenzione"
Il leader M5s Giuseppe Conte
Preroll

globalist Modifica articolo

28 Novembre 2023 - 09.05


ATF

Secondo Giuseppe Conte, presidente del M5s intervistato da La Stampa, Giorgia Meloni è «un’ipocrita». L’attacco frontale è la risposta alla polemica sollevata dal ministro della Difesa Guido Crosetto, che ha ipotizzato fantomatici complotti della magistratura contro il governo della destra. 

«Vedo che Crosetto cerca di sminuire la portata delle sue affermazioni dicendo che ha espresso solo una preoccupazione. Se fosse così, saremmo di fronte a una chiara irresponsabilità da parte di un ministro di peso come quello della Difesa, che non può fare certe dichiarazioni con leggerezza». 

«E’ intollerabile anche l’ipocrisia di Palazzo Chigi, che già in estate aveva sferrato un grave attacco contro la magistratura. Ormai ci siamo tristemente abituati ai complotti immaginari con cui si prova a distogliere i cittadini dalla vera emergenza: un governo che taglia sanità e pensioni, aumenta le tasse per i cittadini e accarezza le banche». 

E sulla mobilitazione di sabato contro la violenza di genere: «C’è stata una mobilitazione in tutta Italia, e in particolare a Roma, con una partecipazione affollatissima come non vedevamo da anni. E Meloni tace. La prima parola ha scelto di dirla soltanto oggi». 

Leggi anche:  Agricoltori, il Pd: "La protesta è colpa dei ritardi di Lollobrigida e del governo Meloni"

«Ma allora visto che ha ritrovato le parole, Meloni rompa il silenzio anche sul suo ministro Crosetto, sulla fermata del treno ad personam di Lollobrigida e sulla vicenda di Gasparri (l’inchiesta di Report e gli interessi del capogruppo di Forza Italia nel settore della cybersicurezza)».  

Native

Articoli correlati