Schlein: "Preoccupanti rigurgiti di nazionalismo e negazionismo fascista"
Top

Schlein: "Preoccupanti rigurgiti di nazionalismo e negazionismo fascista"

La segretaria del Pd Elly Schlein intervenendo al congresso del Partito socialista svizzero ha ribadito le accuse al governo Meloni

Schlein: "Preoccupanti rigurgiti di nazionalismo e negazionismo fascista"
Elly Schlein
Preroll

globalist Modifica articolo

26 Agosto 2023 - 13.11


ATF

Un interventi preoccupato, anche perché i fascisti stanno togliendo la maschera “L’antifascismo italiano” è “una fase storica che è bene ricordare in un momento come questo, dove vediamo troppi pericolosi rigurgiti di nazionalismo e soprattutto di negazionismo della storia, con pensiero che possiamo ancora definire fascista”.

Lo ha detto la segretaria del Pd Elly Schlein intervenendo al congresso del Partito socialista svizzero.

“I rapporti tra Italia e Svizzera affondano le radici in una epoca molto lontana, si sono intensificati con i grandi trafori della fine dell’800, hanno trovato una struttura politica negli anni bui del ventennio del fascismo che ha visto migliaia di esuli trovare rifugio in questo Paese”, ha ricordato Schlein.

Il fallimento di Meloni con Ungheria e Polonia

«Non lasciamo l’internazionalismo ai nazionalisti. I nazionalisti si rafforzano tra loro, con la stessa retorica di odio, di muri e di intolleranza. Scelgono un nemico al giorno, che è lo stesso in Svizzera, lo stesso in Italia, lo stesso nel resto d’Europa, e sono le persone diverse. Sono le donne troppo emancipate, è la comunità Lgbtq+, sono le persone migranti, oggi sono gli ecologisti. Ma noi abbiamo molto di più da condividere e su cui batterci insieme perché quella retorica di odio, portata agli estremi, li mette gli uni contro gli altri dalle parti opposte dei muri che vogliono costruire. Guardate i fallimento di quel tentativo di Giorgia Meloni di mediare con i suoi alleati nazionalisti: la Polonia, l’Ungheria di Orban. Quella è la contraddizione dei nazionalisti ma sta a noi la responsabilità di fare più rete tra di noi». 

Leggi anche:  Meloni in difficoltà si rifugia nel classico vittimismo e accusa la sinistra di toni da 'guerra civile'

Denatalità e precarietà

«Non si può combattere la denatalità se non si combatte la precarietà del lavoro, che colpisce soprattutto i giovani, e colpisce soprattutto le donne nel nostro Paese. Ci siamo uniti con le altre forze di opposizione per fare una grande battaglia sul salario minimo in Italia, così come so quanto è importante il versante della Sanità pubblica e il tema della ricerca»

Native

Articoli correlati