Giornata dell'Unità Nazionale, Mattarella: "La risposta unitaria deve portarci la Pace"
Top

Giornata dell'Unità Nazionale, Mattarella: "La risposta unitaria deve portarci la Pace"

Il 17 marzo è l’anniversario dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera, Sergio Mattarella ne ha approfittato per parlare anche della guerra in Ucraina: "Si raggiunga un duraturo accordo di pace". 

Giornata dell'Unità Nazionale, Mattarella: "La risposta unitaria deve portarci la Pace"
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Preroll

globalist Modifica articolo

17 Marzo 2023 - 10.41


ATF

Il 17 marzo è l’anniversario dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera. Una ricorrenza che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha celebrato recandosi all’Altare della Patria.

”Viviamo oggi, con il conflitto scatenato dalla Federazione Russa in territorio ucraino, un’aperta minaccia che ci impone una ferma risposta unitaria in seno alla comune identità europea e atlantica, affinché venga posta fine ai combattimenti e si raggiunga un duraturo accordo di pace”.

“La Repubblica, in innumerevoli prove e, da ultimo, durante la pandemia, ha confermato sentimenti di unità e coesione stringendosi ai valori costituzionali. Gli stessi che, ispirando la nostra società, garantiscono le risorse morali necessarie a fronteggiare le sfide complesse che la contemporaneità ci mette innanzi”.

“La Repubblica, in innumerevoli prove e, da ultimo, durante la pandemia, ha confermato sentimenti di unità e coesione stringendosi ai valori costituzionali. La Costituzione, l’Inno degli italiani e la Bandiera sono i riferimenti che ci guidano nell’impegno comune di consolidare un’Italia fondata su pace, libertà e diritti umani” prosegue il capo dello Stato.

Leggi anche:  Mattarella ricorda Berlinguer a 40 anni dalla morte: "Ha difeso la Costituzione e la vita democratica del Paese"

“162 anni fa, sotto il Tricolore, con i plebisciti popolari si espressero la sovranità e la volontà che, attraverso l’opera risorgimentale, avevano portato alla costituzione dello Stato italiano. Il primo pensiero va alle generazioni che hanno accompagnato questo traguardo, a quanti, con il loro operato, hanno contribuito alla nascita e alla crescita del nostro Paese, promuovendo quei valori di civile convivenza, quegli ideali di libertà e democrazia, di pace e di partecipazione allo Stato di diritto e alla comunità internazionale, che hanno trovato consacrazione nella nostra Costituzione”. 

“Viviamo oggi, con il conflitto scatenato dalla Federazione Russa in territorio ucraino, un’aperta minaccia a questi valori che ci impone una ferma risposta unitaria in seno alla comune identità europea e atlantica, affinché venga posta fine ai combattimenti e si raggiunga un duraturo accordo di pace”. 

“La Repubblica – conclude Mattarella – in innumerevoli prove e, da ultimo, durante la pandemia, ha confermato sentimenti di unità e coesione stringendosi ai valori costituzionali. Gli stessi che, ispirando la nostra società, garantiscono le risorse morali necessarie a fronteggiare le sfide complesse che la contemporaneità ci mette innanzi. La Costituzione, l’Inno degli italiani e la Bandiera sono i riferimenti che ci guidano nell’impegno comune di consolidare un’Italia fondata su pace, libertà e diritti umani”.

Native

Articoli correlati