Top

Calenda e il 'progetto' Draghi: "No a Renzi e Di Maio, sì a +Europa e liste civiche"

Per il leader di Azione Carlo Calenda abbiamo bisogno che le forze democratiche ed europeiste, che siano di centrodestra o di centrosinistra, si convincano a lavorare insieme, continuando con Mario Draghi

Calenda e il 'progetto' Draghi: "No a Renzi e Di Maio, sì a +Europa e liste civiche"
Bonino, Calenda, Ricucci e Della Vedova

globalist

22 Giugno 2022 - 18.08


Preroll

Calenda va avanti e mette i paletti sul terzo polo: no a Renzi e no a Di Maio. Sì a +Europa e alle liste civiche.

OutStream Desktop
Top right Mobile

 Con +Europa «e le liste civiche che stiamo portando a livello nazionale vogliamo costruire un’area che dica: né questo centrodestra né questo centrosinistra sono in grado di governare perché hanno al loro interno troppe contraddizioni, e invece andiamo incontro a un periodo di difficoltà senza precedenti sia sul piano economico che geopolitico. Dunque abbiamo bisogno che le forze democratiche ed europeiste, che siano di centrodestra o di centrosinistra, si convincano a lavorare insieme, continuando con Mario Draghi». 

Middle placement Mobile

Lo ha detto il leader di Azione Carlo Calenda in un’intervista a Il Messaggero Tv, pubblicata oggi sul quotidiano.

Dynamic 1

Nel progetto di Calenda «non ci sta Renzi. Al di là delle chiacchiere che fa, ha scelto in queste elezioni di andare a destra o a sinistra, a seconda di chi gli prometteva due assessori in più». 

Mentre Di Maio «è stato un disastroso ministro dello Sviluppo economico. Voleva smantellare il Tap, è riuscito a far saltare l’Ilva, non ha comprato le navi di rigassificazione che erano previste e che oggi ci renderebbero indipendenti, ha fatto saltare il gasdotto da Israele. Contano i fatti, non le chiacchiere». Sicuramente «non può far parte di una nuova stagione politica fondata sul pragmatismo»

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage