Salvini straparla: "In Russia vado in rappresentanza del sentimento degli italiani"
Top

Salvini straparla: "In Russia vado in rappresentanza del sentimento degli italiani"

Il capo della Lega ipotizza di andare da Putin o da chi per lui. E nasconde l'ennesima marchetta politica dietro la pace

Salvini straparla: "In Russia vado in rappresentanza del sentimento degli italiani"
Preroll

globalist Modifica articolo

28 Maggio 2022 - 10.25


ATF

L’estremista di destra continua nei suoi traversimenti. Ma l’obiettivo resta uno e uno solo: prendere posizioni che vadano a favore (o quantomeno non contro) gli interessi del suo idolo Vladimir Putin. E quindi no alle armi in Ucraina, ma nel nome della pace. No alle sanzioni, ma nel nome della difesa del lavoro italiano.

Se fossero tutti come Salvini a quest’ora a Kiev ci sarebbe un governo fantoccio diretto da Putin sul modello della Bielorussia e metà dell’Ucraina sarebbe già stata annessa alla federazione russa attraverso i ‘metodi democratici’ che ben conosciuamo.

Ora però Salvini straparla: «Io sono piccolissimo, però la storia èfatta di piccolissimi mattoncini. Non vado a nome del governo, vado rappresentando il sentimento della maggioranza degli italiani: poi certezze di ascolto e di successo nessuno ne ha, ma è meglio una proposta di pace, di cessate il fuoco in più che in meno. Se poi il viaggio non dovesse realizzarsi, continueremo a fare queste richieste da lontano».

Leggi anche:  Putin (proprio lui) invoca 'moderazione' nello scontro in atto tra Iran e Israele

Lo ha sottolineato il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite di «Sabato anch’io», su Rai Radio1, in merito ad un suo eventuale viaggio in Russia. «L’iniziativa è semmai è un supporto al presidente del Consiglio, Mario Draghi, che ha chiamato ieri l’altro a Mosca ed è rimasto a lungo al telefono sulla questione dei porti, del grano, della mediazione e del cessate il fuoco. Quindi è semplicemente un ribadire, un sostenere, un aggiungere, un rafforzare. Poi, non mi voglio sostituire a niente e a nessuno», ha concluso il leader leghista.

Native

Articoli correlati