Top

Ucraina, Elly Schlein è critica: "Rafforzare l'accoglienza, non le spese militari"

L'esponente emiliana del centrosinistra ha criticato l'atteggiamento della Ue, impegnata ad armare l'Ucraina più che a portare avanti un'azione diplomatica. "Il governo lavori sull'accoglienza, invece che aumentare la spesa militare".

Ucraina, Elly Schlein è critica: "Rafforzare l'accoglienza, non le spese militari"

globalist Modifica articolo

19 Marzo 2022 - 10.47


Preroll

Elly Schelin, esponente del centrosinistra emiliano, ha promosso un’iniziativa politica a Roma, dal titolo “Visione Comune”. L’evento sarà aperto dalla testimonianza di un cooperante ucraino. In un’intervista a Repubblica, Schlein ha espresso tutti i suoi dubbi a proposito della corsa al riarmo europeo dopo l’esplosione del conflitto in Ucraina. “Qui c’è un aggressore e ci sono degli aggrediti. Non possono esserci dubbi da quale parte stare. Quel che semmai vorrei vedere è un maggiore sforzo diplomatico da parte dell’Ue, ma pure della Cina, per ottenere il cessate il fuoco. Trovo assurdo che si stia tentando di fare un negoziato con le bombe“.

OutStream Desktop
Top right Mobile

A proposito della scelta di rifornire Kiev di armi, Schlein spiega: “Per chi, come me, viene dalla cultura del disarmo, è un vero dilemma etico. Penso che la pace non si faccia mai con i fucili. Ma non mi sento nemmeno di demonizzare chi ha risposto a una precisa richiesta della resistenza ucraina. E trovo preoccupante la corsa al riarmo dell’Europa. La difesa comune dovrebbe servire a ottimizzare, a razionalizzare la spesa militare dei singoli Paesi, non ad aumentarla”.

Middle placement Mobile

Quindi ha sbagliato il Parlamento a chiedere di alzarla fino al 2% del Pil?
“Io – replica – sono contraria da sempre. Il governo pensi a sostenere economicamente l’accoglienza familiare degli ucraini, invece di aumentare la spesa militare”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile