Top

Sandra Lonardo avverte Bonafede: "Sulla giustizia il mio sì non è scontato"

La deputata forzista e moglie di Mastella: "Non sono giustizialista e so che questo è un tema delicato che tocca la sensibilità delle persone. Aspetterò di leggere la relazione"

Sandra Lonardo Mastella
Sandra Lonardo Mastella

globalist Modifica articolo

23 Gennaio 2021 - 10.31


Preroll

Molti dei costruttori che dovrebbero portare a Conte la maggioranza in questo momento hanno una visione garantista della giustizia: tutto il contrario della posizione “grillina”, da sempre giustizialista.

OutStream Desktop
Top right Mobile

In questo particolare momento si rischia quindi un cortocircuito per il futuro dell’esecutivo, in attesa delle votazioni di mercoledì sulla giustizia.

Middle placement Mobile

Posizione rimarcata anche da Sandra Lonardo, eletta al Senato con Forza Italia, ora al Misto, che rivolge un appello: “Mercoledì il mio voto sulla relazione del ministro Bonafede non sarà affatto scontato. Sono molto perplessa”.

Dynamic 1

Poi prosegue: “Non sono giustizialista e so che questo è un tema delicato che tocca la sensibilità e la vita delle persone. E non parlo certo per partito preso ma perché ho aspettato dieci lunghi anni per vedere un’assoluzione piena. Io e mio marito abbiamo sofferto sulla nostra pelle”, spiega.

“Faccia una legge che accorci la durata dei processi”, dice rivolta al Guardasigilli: “Deve pensare che sta per nascere un esecutivo nuovo. E dovrà essere un governo con un approccio più morbido”, aggiungo.

Dynamic 2

“Aspetto di leggere la relazione. Questo è un argomento che tocca la mia coscienza. Vorrei ricordare a tutti che nel 2008 finii ai domiciliari e Clemente si dimise da ministro, lasciando un partito che veleggiava a ben altre percentuali da quelle di oggi di Renzi”, ricorda.

“Osservo che ci sono posizioni non dissimili dalla mia. Anche perché si tocca la coscienza delle persone”, conclude.

Dynamic 3

 

 

Dynamic 4
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile