Il dramma nel dramma, il sindaco Gori: "In Lombardia qualcosa è andato storto, 4183 sanitari contagiati"

448 all'Asst Spedali di Brescia; 436 all'Asst Bergamo Est (Ospedali di Seriate e Alzano); 283 all'Asst Lecco; 282 all'Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Coronavirus

Coronavirus

globalist 5 aprile 2020
"Sono 4183 medici, infermieri e Oss contagiati negli ospedali lombardi: 448 all'Asst Spedali di Brescia; 436 all'Asst Bergamo Est (Ospedali di Seriate e Alzano); 283 all'Asst Lecco; 282 all'Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Qualcosa è andato storto, troppi non erano protetti".
Così il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori in un tweet. Successivamente aggiunge: "mi fanno notare che alcuni tra questi medici e infermieri potrebbero essersi infettati anche fuori dagli ospedali: nelle loro case, in altri luoghi. Giusto tenere conto anche di questa osservazione per una corretta lettura dei dati".

I dati nazionali. E' sempre più pesante il bilancio degli operatori sanitari vittime del coronavirus in Italia. I medici deceduti per l'epidemia di Covid-19 fino ad ora sono 80. Gli ultimi due, secondo quanto si apprende  dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), sono Paolo Peroni (medico chirurgo specialista in Oftalmologia) e Giandomenico Iannucci (medico di famiglia). Sono invece 25 gli infermieri del Servizio sanitario nazionale che hanno perso la vita. I contagiati sono arrivati a 5.500, 1.500 in più rispetto agli ultimi dati di sei giorni fa. Lo rende noto la Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (Fnopi) indicando che quella degli infermieri è la categoria sanitaria che conta il maggior numero di positivi: il 52% di tutti gli operatori. In totale, stando agli ultimi dati dell'Istituto Superiore di Sanità, sono 11.252 gli operatori sanitari contagiati.