Flop delle Sardine a Napoli, De Magistris: "La Campania non è l'Emilia, serve un metodo diverso"

Il sindaco di Napoli: "Non credo che le Sardine siano finite per un flop, né si deve pensare che le Sardine siano il movimento di liberazione nazionale. Sono un'esigenza di democrazia".

Luigi De Magistris

Luigi De Magistris

globalist 19 febbraio 2020
Che il flash mob delle Sardine organizzato a Napoli sia stato un flop rispetto a novembre è un dato di fatto: poche centinaia di persone sono andate in Piazza Dante e l'evento è stato anche interrotto, si vocifera a causa della querelle tra Mattia Santori e Potere al Popolo. E il sindaco di Napoli Luigi De Magistris commenta così quanto successo: "Credo che bisogna sapere interpretare ogni luogo per quello che è: l'Emilia Romagna è una cosa, la Campania e Napoli sono un'altra cosa. Non è facile venire in questa città e dettare una ricetta, bisogna contaminarsi ed entrare nel corpo di Napoli, provando tutti insieme a costruire un'Italia migliore. E credo che le sardine possano dare un contributo importante".
"Bisogna sempre stare attenti" ha continuato De Magistris, "a non dare le Sardine per finite quando c'è una manifestazione che non va molto bene, né si deve pensare che le Sardine siano il movimento di liberazione nazionale. Sono un'esigenza di democrazia, di voglia di stare in piazza, di pungolare la politica".