Il Pd contro Renzi: "Attacca il partito sbagliato, ossia noi, invece della Lega di Salvini"

Il leader di Italia Viva aveva accusato i democratici di non essere più garantisti per aver sostenuto l'abolizione della prescrizione

Renzi

Renzi

globalist 20 gennaio 2020

Prima ha iniziato il leader di Italia Viva; “No no, io sto con le leggi del governo Renzi e del Ministro della Giustizia che si chiamava Andrea Orlando. Sono altri che hanno cambiato idea". Matteo Renzi ha risposto così a Povera Patria su Rai2.
"Cosa vuol dire? La prescrizione, abolire la prescrizione è il segno del populismo giudiziario che è stato fatto da Bonafede e Salvini. Cioè un anno e mezzo fa questi hanno fatto una legge e hanno abolito la prescrizione, abolendo di fatto lo stato di diritto. Noi -aggiunge Renzi- stiamo chiedendo di tornare alla legge del governo Renzi con Andrea Orlando. Sono altri che stanno andando a rimorchio dei Cinque Stelle e mi dispiace molto perché il Pd una volta era un partito riformista e garantista".
La replica dei democratici
"Matteo Renzi si lamenta sempre che attaccano il Matteo 'sbagliato'. Sta sbagliando tutto anche lui, purtroppo. Da quando i sondaggi sono deludenti, attacca sempre e solo il partito sbagliato: il Pd e non la Lega di Salvini. Noi combattiamo le destre e i loro leader. Lui solo gli alleati: continuiamo così, facciamoci del male. Ma noi continueremo per unire e salvare l'Italia".
Lo sottolinea in una nota il vicecapogruppo Pd alla Camera dei Deputati, Michele Bordo.