Renzi candida Minniti alla segreteria del Pd e lui dice: non sono renziano
Top

Renzi candida Minniti alla segreteria del Pd e lui dice: non sono renziano

La ricerca dell'ex rottamatore ha portato all'ex ministro dell'Interno, sostenuto in blocco dal 'giglio magico' anche se ora si cerca di costruire un profilo autonomo.

Minniti e Renzi
Minniti e Renzi
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Novembre 2018 - 10.05


ATF

Infine la conferma: Marco Minniti si candida alla segreteria del Pd. L’ex Ministro dell’Interno ha dichiarato: “ha deciso di mettermi in campo perché considero la mia una candidatura di servizio di una persona che ha ricevuto tanto dal suo partito, dalla sinistra e che sente ora di dover restituire qualcosa”.

Riguardo all’eterna questione renziana, Minniti ha le idee chiare: “non ho alcun bisogno di prendere le distanze da Renzi, non essendo stato tra coloro che lo hanno esageratemente lodato. Renzi ha perso e si è giustamente ritirato. Il tema non è più lui, ma riconnettere il nostro progetto riformista con i nostri elettori”. 

“So bene” conclude Minniti, “che le scorse elezioni sono state più di una sconfitta. Con i nostri elettori c’è stata una vera e propria rottura sentimentale. Questa è la sfida del Congresso, e io non cerco scorciatoie”. 

 

Leggi anche:  Ucraina, Pd e +Europa al governo Meloni: "Cosa aspettate a mandare nuovi aiuti difensivi a Kiev?"
Native

Articoli correlati