Top

De Benedetti: "Salvini? Un antisemita finanziato da Putin". E il leghista lo querela

L'imprenditore-editore intervistato da Lilli Gruber ne ha per tutti: "Il M5s è ridicolo, Renzi fa finta di dare le dimissione e invece comanda un partito comatoso. Grillo sull'euro dice solo cazzate"

Carlo De Benedetti
Carlo De Benedetti

globalist

6 Maggio 2018 - 15.44


Preroll

Carlo De Benedetti ospite del Festival della Tv si scatena. l’imprenditore ed editore intervistato da Lilli Gruber ne ha per tutti. “Il Movimento 5 Stelle è ridicolo. Salvini è peggio, antisemita, antieuropeo, finanziato da Putin. Uno da tenersi lontano”, afferma. La replica arriva a stretto giro di posta. “Il miliardario di sinistra Carlo De Benedetti: ‘Salvini è antisemita, antieuropeo, finanziato da Putin’. Che dite querelo? Io direi di sì” twitta il segretario del Carroccio, impegnato nella complessa partita della formazione del nuovo governo. L’imprenditore ce l’ha anche con il Pd. Dice: “Lo stato di salute dei Dem? Direi chiaramente comatoso”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Quanto a Matteo Renzi, “ha dato le dimissioni facendo finta di non averle date. Inaccettabile”. Parla anche del futuro esecutivo De Benedetti: “La soluzione migliore è che resti Gentiloni. Il Parlamento potrebbe confermare a termine il governo che è già in funzione e potrebbe portare il Paese alle elezioni. Magari dopo avere rifatto la legge elettorale. Mi sembra la cosa più logica”. Il ritorno alle urne appare inevitabile: “penso si andrà a votare a ottobre, anche se io preferirei insieme alle Europee a maggio del prossimo anno”. A Lilli Gruber che chiede a chi si debba credere tra Beppe Grillo e di Luigi Di Maio sull’euro, De Benedetti risponde: “A nessuno, è una buffonata. Gli italiani sanno che uscire dall’euro è una cazzata”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile