Arquata, il sindaco con i vigili nella sede del Municipio: "E' scioccante"
Top

Arquata, il sindaco con i vigili nella sede del Municipio: "E' scioccante"

Petrucci torna nella sede del Municipio dopo il terremoto per recuperare il materiale conservato nell'Ufficio tecnico

Sisma ad Arquata
Sisma ad Arquata
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Settembre 2016 - 15.32


ATF

“E’ peggio di quanto si pensasse. E’ scioccante”. E’ la prima volta che il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci torna con i vigili del fuoco nella sede del Municipio dopo il terremoto, anche per poter recuperare il materiale conservato nell’Ufficio tecnico, e la devastazione che trova anche qui lo lascia senza parole. “Il centro storico di Arquata – aggiunge – non esiste più”. La giornata, peraltro, si annuncia particolarmente difficile, perché sono attese condizioni meteo avverse in tutto il centro Italia, e nelle zone terremotate il maltempo aggiunge problema a problema.

Il premier Renzi in Cina ha parlato del terremoto nel centro Italia: “Domani si farà il punto della situazione delle ricostruzione insieme al commissario Vasco Errani”. “Casa Italia è un progetto di tutto il Paese, al quale ci avviciniamo più da padri che da rappresentanti del governo”, ha aggiunto.

 

Oggi, intanto, “sono partite 6 squadre di tecnici abilitati – dice il sindaco – per dare inizio ai sopralluoghi. Cominciano dalle zone meno compromesse, per vedere se ci sono abitazioni agibili, così che qualcuno possa già rientrare a casa”. E ieri sera, prima riunione nella tendopoli per illustrare agli sfollati i provvedimenti varati dal Governo. 

Leggi anche:  Autonomia, Renzi: "Se il referendum raggiunge il quorum, il governo Meloni se ne va a casa"

Un pool di magistrati della procura di Rieti È servito a fare il punto “sulle misure straordinarie necessarie per assicurare che la procura di Rieti sia posta in grado di proseguire nel difficile impegno di accertare responsabilità penali di singoli, collaborando al contempo con le autorità preposte alla ricostruzione” il vertice tenutosi questa mattina a Rieti tra il procuratore di Rieti, Giuseppe Saieva, il pg Giovanni Salvi e l’avvocato generale Federico De Siervo. “Per rendere più fattiva questa collaborazione – fa sapere una nota della stessa procura reatina – e per abbreviare i tempi della rimozione delle macerie e delle attività di ricostruzione, così che non vi siano ritardi, il lavoro dei tecnici e della polizia giudiziaria sarà assistito da consulenti tecnici, che siano in grado di indicare le modalità operative necessarie per acquisire materiale probatorio utile nei procedimenti penali”. Queste operazioni, spiega ancora la procura di Rieti, “saranno compiute nell’immediatezza e a tal fine la procura di Rieti ha costituito in pool tutti i magistrati della procura, coordinati dal procuratore della Repubblica”. La procura generale assicurerà “un supporto organizzativo di personale e mezzi”.

Native

Articoli correlati