Uccise la moglie in crociera e gettò il corpo in mare: Daniel Belling condannato a 26 anni di carcere
Top

Uccise la moglie in crociera e gettò il corpo in mare: Daniel Belling condannato a 26 anni di carcere

Daniel Belling, il cittadino irlandese accusato di aver ucciso nel 2017 la moglie Li Yinglei, durante una crociera sul Mediterraneo, e di aver gettato in mare il cadavere dopo averlo chiuso in un trolley, è stato condannato a 26 anni.

Uccise la moglie in crociera e gettò il corpo in mare: Daniel Belling condannato a 26 anni di carcere
David Belling
Preroll

globalist Modifica articolo

30 Maggio 2024 - 16.27


ATF

Daniel Belling, il cittadino irlandese accusato di aver ucciso nel 2017 la moglie Li Yinglei, durante una crociera sul Mediterraneo, e di aver gettato in mare il cadavere dopo averlo chiuso in un trolley, è stato condannato dalla Corte d’Assise di Roma a 26 anni di reclusione.

L’ingegnere informatico di 45 anni cittadino tedesco ma residente a Dublino in Irlanda, venne arrestato dalla polizia all’aeroporto di Ciampino il 22 febbraio 2017, mentre ripartiva per l’Irlanda senza la moglie e solo con i figli. 

Il pm Francesco Basentini, aveva sollecitato un condanna a 24 anni. Secondo l’avvocato difensore di Daniel Belling, il processo si è basato solo su indizi e su nessuna prova. Sempre secondo l’accusa, l’ultimo avvistamento della donna era avvenuto al porto di Genova. Le indagini vennero svolte dalla polizia di frontiera di Civitavecchia, in provincia di Roma.

Leggi anche:  Litiga con il fratello, lo uccide a coltellate e getta la testa dal balcone: orrore a Pannarano
Native

Articoli correlati