Crollo di Firenze, uno degli operai sopravvissuti: "Dopo il rumore siamo scappati tutti ma tornerei a lavorare lì"
Top

Crollo di Firenze, uno degli operai sopravvissuti: "Dopo il rumore siamo scappati tutti ma tornerei a lavorare lì"

Crollo di Firenze, parla uno degli operai sopravvissuti: "Venerdì eravamo a lavorare, ho visto crollare la trave. Se tutto è risultato sempre in regola? Sì, non abbiamo visto niente di strano. Se tornerei a lavorare qui?"

Crollo di Firenze, uno degli operai sopravvissuti: "Dopo il rumore siamo scappati tutti ma tornerei a lavorare lì"
Il luogo dell'incidente a Firenze
Preroll

globalist Modifica articolo

20 Febbraio 2024 - 15.16


ATF

Uno degli operai del cantiere di via Mariti a Firenze, teatro del crollo che ha travolto e ucciso 5 suoi colleghi, venerdì si trovava a lavoro e ha raccontato quanto visto: l’operaio ha detto di avere «28 anni e di provenire dall’Egitto».

«Venerdì eravamo a lavorare, ho visto crollare la trave. Se tutto è risultato sempre in regola? Sì, non abbiamo visto niente di strano. Se tornerei a lavorare qui? Sì. E’ normale che mentre si sta facendo una gettata di cemento ad un terzo piano sottoterra, in corrispondenza, ci siano altri operai che stanno lavorando? Sì, lavoriamo così. Eravamo» non vicini dal luogo della strage «ma quando abbiamo sentito quel rumore siamo scappati tutti».

«Conoscevamo le vittime, sono arrivati 10 giorni fa. La nostra ditta si chiama Ancora» di Signa (Firenze), «lavoro qui da un anno. Pure il nostro capo adesso è qui. Come sto? Male».

Leggi anche:  Strage di Suviana, Bombardieri: "Il problema lavoro è ormai una guerra civile, servono misure immediate"
Native

Articoli correlati