Omicidio di Fausto e Iaio, la Procura apre un nuovo fascicolo: gli assassini dal mondo dell'estrema destra
Top

Omicidio di Fausto e Iaio, la Procura apre un nuovo fascicolo: gli assassini dal mondo dell'estrema destra

Omicidio di Fausto e Iaio, la Procura di Milano apre un nuovo fascicolo: dopo 45 anni si cercano ancora gli assassini nel mondo dell'estrema destra.

Omicidio di Fausto e Iaio, la Procura apre un nuovo fascicolo: gli assassini dal mondo dell'estrema destra
Una manifestazione per Fausto e Iaio
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Gennaio 2024 - 13.12


ATF

Per il caso del duplice omicidio di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, meglio noti come Fausto e Iaio, la Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo, senza ipotesi di reato né indagati. I due giovani furono uccisi il 18 marzo del 1978, nei pressi del centro sociale Leoncavallo a Milano. L’iniziativa della Procura è arrivata dopo la lettera inviata nei mesi scorsi dal sindaco Giuseppe Sala al procuratore, nella quale il primo cittadino aveva presentato una richiesta formale per la riapertura delle indagini.

L’ultima inchiesta milanese era stata archiviata dal gip Clementina Forleo nel dicembre del 2000. La decisione di uccidere i leoncavallini Fausto e Iaio il 18 marzo ’78 , aveva spiegato il giudice accogliendo l’istanza del pm Stefano Dambruoso, maturò nell’estrema destra, ma non è stato possibile identificare gli assassini.

Nell’archiviazione il gip aveva scritto di «significativi elementi» a «carico della destra eversiva e in particolare degli indagati» dell’epoca, Massimo Carminati, Claudio Bracci e Mario Corsi, che restavano, però, indizi senza diventare prove.

Leggi anche:  Maestra d'asilo teneva fermi i bambini con la forza, la 45enne è finita ai domiciliari grazie alle intercettazioni

Ora spetterà ai pm verificare se ci siano nuovi elementi per poter presentare all’ufficio gip un’istanza di riapertura delle indagini dopo quasi 46 anni dal duplice omicidio. 

Native

Articoli correlati