Top

Omicidio Ciatti, Rassoul Bissoultanov condannato per omicidio volontario

 Lo ha stabilito la giuria popolare del Tribunale provinciale di Girona, in Spagna, secondo cui il calcio sferrato al ragazzo toscano "voleva uccidere". Assolto, invece, l'amico di Bissoultanov, Movsar Magomadov. 

Omicidio Ciatti, Rassoul Bissoultanov condannato per omicidio volontario

globalist Modifica articolo

3 Giugno 2022 - 19.19


Preroll

OutStream Desktop
Top right Mobile

L’accusa ha chiesto 24 anni di condanna e nove di libertà vigilata avanzata per Rassoul Bissoultanov, il cittadino ceceno che nel 2017 ha ucciso Niccolò Ciatti a Lloret del Mar. Assolto, invece, l’amico di Bissoultanov, Movsar Magomadov.

Middle placement Mobile

 “Ci siamo tolti un peso, ma non siamo ancora soddisfatti”: è il commento di Luigi Ciatti, padre di Niccolò. “Ci spaventa un po’ che possa scappare”, ha aggiunto, spiegando che Rassoul Bissoultanov ha obbligo di firma ed è senza passaporto, ma per adesso non andrà in carcere. 

Dynamic 1

Secondo quanto ricostruito, Bissolultanov, esperto di arti marziali, in particolare del tipo di lotta chiamata Mma, la notte tra l’11 e il 12 agosto del 2017, sulla pista da ballo della discoteca St Trop, insieme a due connazionali, improvvisamente prese di mira Niccolò Ciatti, che stava trascorrendo con i suoi amici l’ultima serata della vacanza in Costa Brava.

Iniziò così il pestaggio mortale. Bissoultanov, poco più grande di Niccolò, sferrò un violentissimo calcio alla testa del ragazzo di Scandicci, che non si rialzò più, morendo in ospedale alcune ore dopo. Assolto invece Movsar Magomadov, che stando all’accusa aveva preso parte attiva al pestaggio. Dei protagonisti della notte di follia, tre ragazzi di nazionalità cecena, due vennero rilasciati subito, mentre il solo Bissoultanov rimase in carcere da dove uscì alla scadenza dei termini di carcerazione preventiva.

Dynamic 2

Il giovane ceceno in seguito venne arrestato in Germania, su mandato di cattura internazionale, ed estradato in Italia. Nel dicembre scorso la Corte d’assise di Roma lo ha scarcerato e Bissoultanov successivamente si è costituito in Spagna, dove è stato condannato. 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile