Sea Eye, iniziato lo sbarco degli 847 migranti salvati: tra loro 170 minori
Top

Sea Eye, iniziato lo sbarco degli 847 migranti salvati: tra loro 170 minori

I migranti sono stati recuperati nel tratto tra Libia e Sicilia in diversi interventi. La macchina dell'accoglienza organizzata dalla prefettura di Trapani è pronta per le prime visite con tamponi e l'identificazione.

I migranti a bordo della Sea Eye
I migranti a bordo della Sea Eye
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Novembre 2021 - 17.24


ATF

La nave Sea Eye ha attraccato nel porto di Trapani e sono cominciate le operazioni di sbarco degli 847 migranti salvati in mare. Tra di essi ci sono anche 170 minori e 53 donne, di cui 2 in gravidanza. 
I migranti sono stati recuperati nel tratto tra Libia e Sicilia in diversi interventi. La macchina dell’accoglienza organizzata dalla prefettura è pronta per le prime visite con tamponi e l’identificazione.
Alcune delle persone salvate hanno trascorso 5 notti sulla nave. Il medico dell’ospedale di bordo la tedesca Daniela Klein ha curato oltre 200 persone per varie esigenze mediche. “La nostra dottoressa di emergenza e l’intero equipaggio hanno realizzato cose inimmaginabili negli ultimi giorni: oltre 800 persone soccorse non solo hanno portato la nave stessa, ma tutti a bordo, al limite della sua capacità. È imperativo che i soccorsi possano ricevere cure mediche a terra. Siamo quindi incredibilmente sollevati che il Sea-eye 4 possa ora dirigersi verso un porto sicuro e che le persone siano portate in salvo dopo molti giorni di incertezza”, afferma Harald Kischlat, membro del consiglio di amministrazione di German Doctors e.V.

Leggi anche:  Ong Mediterranea, Luca Casarini annuncia: "Portiamo in giudizio il governo Meloni"
  •  
Native

Articoli correlati