Pregliasco invita alla prudenza: "Aperture a maggio? Non giochiamoci l'estate"
Top

Pregliasco invita alla prudenza: "Aperture a maggio? Non giochiamoci l'estate"

Per il virologo della Statale di Milano "dobbiamo temere una nuova ondata ma avere l'obiettivo di evitarla"

Fabrizio Pregliasco
Fabrizio Pregliasco
Preroll

globalist Modifica articolo

14 Aprile 2021 - 16.38


ATF

Nel dibattitto sulle riaperture quest’anno gli scienziati sembrano afoni rispetto ai proclami dei politici, i quali sbandierano, soprattutto quelli di destra, aperture ampie e imminenti.
“Io dico non giochiamoci quello che potrebbe essere una riapertura successiva perché la cosa peggiore sarebbe aprire e poi dover chiudere come è successo l’anno scorso con l’effetto delle discoteche”, lo dice Fabrizio Pregliasco, virologo e docente dell’università Statale, di Milano sull’ipotesi di riaperture nel mese di maggio.
“Riaprire è ormai un desiderio e una richiesta pressante – sottolinea il virologo – anche se siamo messi peggio della Germania, che è più impaurita pur avendo dati tutto sommato migliori dei nostri.
Direi sì a riaperture per gradi valutando via via l’andamento dell’epidemia e l’andamento della vaccinazione.
Una potenziale nuova ondata dobbiamo temerla e avere l’obiettivo di evitarla: questo dipende soprattutto della capacità e dalla velocità di vaccinazione”.

Leggi anche:  La straordinaria agenda sportiva (e politica) dell'estate francese
Native

Articoli correlati