Top

L'appello del sindaco di Caserta: "A fine anno niente botti ma una candela per rispetto dei morti"

Carlo Marino in un videomessaggio rivolto ai suoi concittadini: "Abbiamo avuto 2mila positivi al Covid comprese le persone che non ci sono più. A quelle persone noi dobbiamo rispetto.

Carlo Marino, sindaco di Caserta
Carlo Marino, sindaco di Caserta

globalist

31 Dicembre 2020 - 10.04


Preroll

Un appello nobile che, temiamo, non avrà molto seguito: “Stasera chiedo a tutti di non sparare botti e di accendere una candela a mezzanotte per pensare ai morti e alle tante persone che hanno sofferto in città”.
 Così Carlo Marino, sindaco di Caserta, in un videomessaggio rivolto ai suoi concittadini per la fine dell’anno.
 “Abbiamo avuto dei morti, per nostra fortuna pochi rispetto ad altre realtà, ma – aggiunge Marino – ci sono stati. Abbiamo avuto 2mila positivi al Covid tra asintomatici, sintomatici e persone che non ci sono più. A quelle persone noi dobbiamo rispetto. Prepariamoci con serenità al 2021 ricordando chi ha sofferto e chi non c’è più, questa è appartenenza a un’organizzazione comunitaria unica”.
Marino spiega che “stiamo vincendo la pandemia e anche il dato epidemiologico in città diminuisce in modo importante. Oggi abbiamo 266 casi positivi al Covid, 20 giorni fa ne avevamo 1200. Questo significa che aver mantenuto il rigore sulla scuola, sulla zona arancione, aver chiuso degli spazi in giorni particolari, ci aiuta e ci aiuterà. Noi però dobbiamo mantenere ancora nel 2021 questa nostra rigidità comportamentale, questo ci salverà”, conclude Marino.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile