Garantiti gli esami di Maturità per il ragazzo che ha ucciso il padre violento
Top

Garantiti gli esami di Maturità per il ragazzo che ha ucciso il padre violento

Il ragazzo ha ucciso il genitore per difendere la madre da un'aggressione. Il dirigente scolastico ha assicurato che può sostenere gli esami

Luogo omicidio
Luogo omicidio
Preroll

globalist Modifica articolo

6 Maggio 2020 - 14.22


ATF

Ha ucciso il padre per difendere la madre da un’aggressione: Alex, il ragazzo di 18 anni al centro di questa tragedia, ha diritto ha sostenere gli esami di Maturità. Il ragazzo, residente a Collegno, frequenta l’ultimo anno all’Itis di Pinerolo. “Abbiamo valutato il suo curriculum”, spiega il dirigente scolastico, che insieme al collegio docenti ha chiesto di consentire all’allievo di partecipare all’esame di Stato. “Ha sempre seguito le lezioni a distanza e ci sono gli elementi per ammetterlo alla prova. È un diritto garantito dalla Costituzione”, ha motivato il preside.
“A maggior ragione – ha spiegato il dirigente, – per un ragazzo che si trova in una situazione di disagio, è giusto che si confronti con la realtà sociale e non resti isolato. È una condizione possibile per chi si trova in ospedale, non vedo perché non dare anche a lui questa possibilità”.
Il ministero dell’Istruzione sta verificando se ci sono le condizioni per fare svolgere al 18enne l’esame di Stato. Sono stati aperti i contatti con il preside della scuola del ragazzo e con l’ufficio scolastico regionale del Piemonte ed è stata avviata un’interlocuzione con le commissioni parlamentari competenti per aggiornarle degli sviluppi della vicenda.

Leggi anche:  Un ucraino di 55 anni ha accoltellato la moglie e il figlio al culmine di una lite: entrambi sono in gravi condizioni
Native

Articoli correlati